lunedì 19 marzo 2012

una settimana da Pam

Ci sono.
Devo ancora capire se sono ancora viva, ma ci sono.


Vi avevo promesso un resoconto ed eccolo qua:


LUNEDI': giornata studio, palestra, organizzazione e valigia. Alla fine sono andata a letto alle 2...


MARTEDI': Sveglia all'alba, 2 treni per arrivare nella Capitale...viaggio tranquillo, musica nelle orecchie per 4 ore, sono arrivata rilassata e felice.
L'hotel dove avrei soggiornato e fatto il corso, era veramente a due passi dalla stazione. Arrivo, faccio il check-in e incontro subito 2 mie compagni di avventure: LaBolognese e LaSvampita.
Per policy aziendale non abbiamo avuto delle camere singole, ma dividevamo delle doppie...ora, secondo voi, con chi potevo essere in camera io??
Ma con LaSvampita, naturalmente. Ecco, io le femmine così, le sopprimerei. Si è fatta riconoscere subito perchè avrebbe dovuto dividere la camera con una sconosciuta (cioè io), e cioè, lei non credeva, non sapeva, non gli sembrava giusto.
Portiamo le valigie in camera, e scendiamo per il pranzo...e poi, iniziamo il corso -la mia compagna di banco è LaBolognese- e ci liberano alle 6, e io e lei decidiamo di andare a fare un giro...per negozi; prendiamo la metro, 2 fermate e siamo a Piazza di Spagna, un giro a lasciare la bava in Via Condotti, e ci consoliamo da Zara, dove compro un paio di carinissimi short di pizzo, che proprio mi servivano.
Ore 20.30 cena di pesce, ho mangiato tutto. Anima della serata, è stato G.L, MakeUpArtist-MaPrimaFacevoIlBallerino, che ci ha raccontato praticamente tutta la sua vita, compresa di particolari (si, anche alcuni piccanti) sugli uomini della sua vita.
La riflessione che ho fatto a fine serata è che gli uomini, sia etero che gay, sono tutti delle merde.


MERCOLEDI': Sveglia ore 8.30, colazione con calma e molto abbondante...e via al corso: una giornata infinita, e in più gli argomenti erano anche abbastanza impegnativi, quindi alla sera, i miei criceti, erano cotti. Cioè, per dire, abbiamo finito alle 7, e io prima di cominciare a prepararmi per uscire, ho dovuto dormire mezzora per riprendermi.
Dopo il corso, ho fatto una mini-chiacchierata con le responsabili del corso, e ho scoperto che venerdì e sabato, non avrei cominciato a CittàMeraviglia, ma a CittàP, perchè avrei fatto 2 giorni di affiancamento. Si erano un attimo dimenticati di avvisarmi...
Per farvi capire quanto di lusso ci hanno trattato, la sera abbiamo cenato in un locale praticamente a due passi da Palazzo Fendi...in pieno centro. SuperChic. Per fortuna mi ero portata via il vestitino a fiori, quello di un paio di post fa, e i miei stivali bassi ma superfighi di Givenchy...la prossima volta devo portarmi via qualcosa di più elegante.
LaSvampita, a cui ricordavo l'orario ogni 5 minuti, è riuscita ad arrivare in ritardo di 15 minuti, e non ha neanche chiesto scusa!!! dovevamo essere pronte nella hall dell'hotel alle 20.15, così io alle 19.30 comincio a prepararmi...lei con calma, alle 19.45, si fa la doccia; alle 20 io mi sto ritoccando il trucco, e gli faccio presente che ha solo 15 minuti ed è ancora in mutande...alle 20.10 io scendo e lei mi dice "arrivo anche io, esco tra 5 minuti"...ma la cosa che mi ha fatto più ridere, è che si è tenuta in testa un basco di lana per tutta la sera, dentro il locale. Lascio a voi farvi un giudizio su una cosa del genere...
Mi sono divertita tantissimo: immagiante un tavolo di 10 donne + 2 gay; abbiamo animato la serata; abbiamo rubato il microfono al tipo che cantava, e ad un certo punto, mi sono ritrovata a cantare MARACAIBO, e abbiamo concluso la serata ballando il gioca jouer. E abbiamo stressato fortissimo i 2 uomini: G.L per farlo ballare con noi, e l'altro con gli oroscopi.
E la responsabile della formazione ha detto che non gli era mai capitata una serata così, e così divertente.


GIOVEDI': giornata di corso super intensa e concentrata, visto che per le 17.00 dovevamo aver finito...poi saluti e baci, borsa regalo, e via in treno verso casa.
Appena salita, mi sono resa conto che sono razzista. Verso i ciccioni. Perdonatemi, ma l'uomo che occupava il posto davanti a me, avrà pesato circa 200 kg, ed era pure alto...morale della favola, a lui è andata bene perchè io peso 42 kg, e occupo veramente poco spazio, mentre a me, è andata molto male, in quanto il "signore", ha passato 3 ore al telefono, parlando ininterrotamente, e pestandomi ininterrottamente i piedi, senza mai chiedermi scusa. Mi dispiace, ma dopo un certo peso, dovrebbero occupare dei posti speciali...cioè, per andare al bagno, ho dovuto scavalcare il sedile a fianco!!!
Sono arrivata a casa alle 22...e avrei voluto vedere LaVero e Andrew che erano qui per una partita di basket, ma cenavano alle 23, e io ero cotta...


VENERDI': giornata insignificante...l'affiancamento è stato di una noia mortale, visto che i clienti saranno stati 4 in tutto il giorno...due palle che non vi dico.
La sera, cotta, mi sono data allo svuotamento valigia, ho discusso ancora con mia madre che:
"ma tu sei felice che alla fine vai a fare la commessa??" 
"no, mamma, non sono felice, e non sarà il lavoro della mia vita, ma è l'unico modo per andare via di qua. e visto che mi hanno scelto, e non sarò una 'semplice commessa' e che vogliono investire su di me, credo sia giusto provare" 
"beh, sappi cmq, che è anche merito mio se ti hanno scelto: io ti ho dato la possibilità di presentarti così, vestita bene e curata. renditene conto."


SABATO: sono partita CARICA. é anche passato a trovarmi CompagnoDiBanco con la sua morosetta...è stato bello riabbracciarlo! In pausa pranzo mi sono fatta distrarre da H&M, e con 23 euro ho preso un vestitino nero, un maglioncino-vestito nero, e un baglioncino bianco...ho fatto un affare, vero???
Dopo il lavoro, ho preso il treno per CittàMeraviglia, sono andata da Andrew a cambiarmi e a ri-truccarmi (visto che per lavoro sono truccata un pò pesante, e a fine giornata mi sento un pò un clown...), e li sono arrivate anche LaVero e la Cappuccetta...Andrew ci aspettava fuori. La mamy di Andrew è fantastica: si è vista arrivare 3 donne, ma non suo figlio.
Partiamo, tutte e 3 a manina, allo sbaraglio, che alla fine volevamo fare seratona, e non avevamo organizzato N-I-E-N-T-E.
Raggiungiamo Andrew, che era andato a fare aperitivo con l'altro coach, e sapete chi aveva trovato e unito il nostro gruppo al suo? brave. quello dell'infatuazione di facebook. ho pensato "yeah, stasera lo conosco". Si chiama Tia, ma me lo hanno detto, lui non si è presentato....
Arriviamo in questo locale: scena magica -> LaVero si rende conto che nel gruppo c'è l'ultimo tipo con cui ha rotto, che è un coglione fotonico, che martedì grasso ci ha provato con la Cappuccetta DAVANTI A ME, e che sempre quella sera si è limonato una bionda davanti alLaVero che è caduta come un pero e si è fatta un bernoccolo in testa. Lei lo deve dalla vetrina,  la Cappuccetta fa per entrare e urla "NO" e torna indietro. Ovviamente, noi stavamo parlando male di lui. Ovviamente, ci siamo ricomposte, siamo entrate a testa alta e sorridenti, e ci siamo prese da bere. Andrew è venuto a salutarci, e con lui anche Ale, che è stato l'UNICO del gruppetto che si è presentato. Ma che problemi hanno questi uomini????
Cmq, abbiamo bevuto fiumi di birra. Abbiamo fatto divertire tantissimo Ale, che non ci ha abbandonato un minuto in tutta la serata, io mi sono ritrovata a parlargli di questo filmato di madonna, io e LaVero abbiamo provato in tutti i modi a far ridere Tia: solletico, gli abbiamo portato una birra, ma alla fine credo di avergli detto "cioè, non so, magari hai una brutta serata, e di solito sei simpaticissimo...ma stasera sei un pò antipatico...". Direi che non ho speranze con lui.
Mi sono divertita tantissimo. Andrew ha detto che un pò si vergogna a portarci fuori tutte e tre assieme...dice che siamo sfrontate, che parliamo troppo di sesso e che facciamo paura ai suoi amici...sempre ridendo eh...
Ho dormito da lui.


DOMENICA: la riassumerei con Tutina&Divano&Chiacchiere. Ho dormito fino alle 2. Io e Andrew abbiamo parlato di lavoro, di musica, di cazzate. Di quando e come e se andrò ad abitare a CittàMeraviglia.
Tornata a casa, mi sono resa conto che avevo ancora mezza valigia da svuotare e sistemare, che praticamente ho dormito nel mio letto 2 notti su 7, e che è stata una settimana che più intensa non si può...ho corso come una matta con la valigia in mano, conosciuto un sacco di gente, riso un sacco.
E' stata una bella settimana.


E oggi diluvia. La giornata perfetta per chiudersi in casa a studiare.


p.s.: 100esimo post!

29 commenti:

  1. ma che forza.. bellissimo! che piacere leggerti! ciao bellezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero, non credevo neanche io di avere la forza di reggere una settimana così...

      Elimina
  2. direi che è un bel post per essere il 100esimo! Brava Pam!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un post pieno di cose da dire!
      ma è anche merito vostro che mi leggete e mi lasciate sempre un commentino...

      Elimina
  3. ammazza che vita a 100 all'ora. E brava, cosi si fa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, beh, mi sa che da questa settimana sarà più tranquilla...ma mi piace molto andare a 100 all'ora! ye yeye ye, ye yeye ya!

      Elimina
  4. Sono contenta che sia andato tutto bene!
    (e gli short sono fighissimi, li avrei comprati anch'io se avessi due taglie in meno di culo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il problema è anche che staranno chiusi in armadio un paio di mesi, prima di metterli...

      Elimina
  5. Attendevamo con ansia il resoconto e non ci hai deluse!! Parlo a nome delle lettrici eh.. non è che uso il plurale come il divino Otelma!!
    Cmq 'coglione fotonico' mi sa che lo utilizzerò anch'io!!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo!!
      ahahahahaha! ma davvero non hai mai detto 'coglione fotonico' ???

      Elimina
  6. Tua madre.
    Scusa, eh. Parliamo del commento di tua madre :-D

    Potrebbe essere la mia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aahahahahahahah!
      ok, lo sai che il tuo commento mi consola tantissimo???

      perchè più di qualche volta, mi sento un incompresa, e credo che sia solo la mia a sparare 'ste cazzate allucinanti!

      Elimina
  7. Bè, grande settimana Pam :) Non posso che appoggiare la tua conclusione sugli uomini gay o etero, sempre merde sono. Tua madre avrebbe bisogno di andare in terapia con la mia. Ha un po' di manie di protagonismo e/o ognipotenza?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è che ha manie di protagonismo...è che le cose le fa sempre meglio lei, e anche quando fai come dice lei, non hai fatto bene come avrebbe fatto lei.

      Elimina
    2. Povera va! :( vedi che ora che inizi a lavorare le cose andranno meglio.Il mio rapporto con i miei è migliorato molto ora che vivo in un altro continente

      Elimina
  8. solo la tua?

    hahahaha sulla mia potrei scrivere un libro, è una grandissima donna, ma veramente ha la sindrome del "io meglio e di più e prima anche di Gesù".
    te ne dico solo una: fino ai 22/23 anni mi sfrangiava perchè ero magrissima e mi chiedeva in continuazione se avessi mangiato, cosa, come, quando, se uscivo diceva alle persone con cui uscivo "falla mangiare eh mi raccomando", come se avessi chissà che problema, quando io stavo benissimo, ero anche una buona forchetta, solo skippavo la cena perchè il clima era spesso teso a tavola.
    Morale: alla fine aumento due chili.
    E inizia: eh però io alla tua età... ERO PIU' MAGRA!!!
    :-D

    L'ultima volta che siamo andata a fare spese insieme (due tre anni fa), "questo vestito non ti sta bene...ti fa le pieghe..VUOL DIRE CHE E' TROPPO PICCOLO!...prova questo" e mi passa una 44.
    Io ho la 38.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, ma allora è uno sport comune il "salto la cena piuttosto che stare a tavola con voi"...
      lasciamo perdere i commenti che fa mia mamma sul mio corpo: sono portatrice SANA di taglia 38 anche io, e mia mamma non fa altro che dirmi che faccio schifo, che mi si vedono troppo le ossa della clavicola, che non mi troverò mai un uomo perchè sono solo ossa...ma la peggiore, e che mi sta facendo venire dei complessi è "sei senza culo, e quel poco che hai è flaccido"...credimi, adesso che potrò allenarmi solo una volta alla settimana, mi viene quasi da piangere.

      Elimina
  9. Settimana pesante... Volevo dirti che nel mio blog c è un premio per te :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. più che altro, mi sembrava non finisse più!!!
      GRAZIE MILLE per il premio!

      Elimina
  10. commessa? no! no! no! aspetta fammi capire..in che consiste il tuo lavoro, Pam?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è complicato da spiegare, e non posso scriverlo pubblicamente, perchè sarei facilmente rintracciabile...se ti incuriosisce tanto te lo spiego in privato!

      Elimina
  11. sì Pam ** che carina, grazie :*

    RispondiElimina
  12. Sulla mamma-ipercritica. Io non so se funziona così anche la tua, ma ad un certo punto con la mia mi sono resa conto che il bisogno di approvazione ESPLICITO che avevo io (da lei) ce lo aveva paro paro lei da me. Da qui quella specie di competizione costante, mirata solo a sentirsi dire "tu sei importante, brava, tu vali", non in realtà a svilire la figlia per quanto a volte le parole fossero crudeli.

    Per la convivenza materna: mi sa che io ho una decina d'anni più di te, vedrai che una volta che esci di casa anche il rapporto ne giova. E tantissimo!

    Io poi con mia madre ci lavoro pure ma questa è un'altra storia :D

    RispondiElimina