lunedì 12 novembre 2012

Incantevole*

*come quando resti con me - Subsonica

E così, a distanza di un mese e un giorno, sono tornata a sentire i Subsonica.
SENTIRE perchè non ho visto una benemerita mazza, visto che non è che ero in fondo, ero proprio alla fine.
Ma meglio così, visto che eravamo dentro un capannone, dentro un centro sociale.

[non è che sono diventata una disperata da centro sociale, è che ogni tanto questo centro sociale si sente un posto figo...]

Ci sono andata con Andrew, e ho pure dormito con lui.
Olè.
Abbiamo fatto un pò pace, e abbiamo deciso di prenderla con calma...e vedere come va.
Sono perplessa, ma per adesso mi va bene così....mi sto comportando male?

Da quando sono a CittàMeraviglia, tutto mi sembra vada molto meglio nella mia vita.
Mi sembra, eh.

Intanto a casina nuova va molto bene, le coinquiline sono yeah, e mi trovo bene...e esco di casa alle 9.35 per essere al lavoro alle 10!!!

Domani vado a portare ad accorciare le maniche al mio bomberino di pelo di lapin rosa confetto, e lo farò trasformare in un bellissimissimo giacchino anni '50.
Poi vi posterò una foto, ovviamente.
E stamattina, ho fatto shopping. E altro che grandi negozi, grandi firme, grandi magazzini: il mercato del paese.
E cioè, che soddisfazione...ho speso 110€ e ho comprato:

  • piumino leggero leggero -di piumino vero- nero, che cercavo da un pò.
  • felpa a forma di chiodo, con tanto di sberleffo ad H&M, che non aveva la mia taglia.
  • maglioncino di lana, molto '50, rosso rosso rosso, e con tutti i bottoncini uno diverso dall'altro.
  • pantaloni di tuta felpati, morbidissimi e caldosissimi.

Sono contenta.
E voi??

martedì 30 ottobre 2012

oggi.

Oggi, è il compleanno di Ken, e io c'ho pensato ieri sera prima di addormentarmi, e questa mattina appena sveglia.
Ho pensato a qual è l'ora migliore per mandargli un messaggio, se sia meglio in pausa pranzo, o questa sera, che magari sarà con la sua nuova ragazza e magari per un momento penserà a me, e farà un confronto tra le due.

Oggi, sono emozionata, perchè sto preparando la valigia per trasferirmi a CittàMeraviglia.
Devo decidere i vestiti da portare via, quelli che faranno parte della Pam che vive da sola, e non ha la mamma che fa le lavatrici.
Forse dormirò fuori già da domani sera.
E' passato quasi un anno da quando dicevo che volevo andare a vivere fuori, e ce l'ho quasi fatta.

Oggi, sento che un sacco di cose stanno cambiando, e che tutto quello che mi è successo, mi ha fatto diventare quella che sono.
E forse, mi piaccio proprio.


Update delle 22.45: Ho scritto a Ken un po prima delle 22, e mi ha risposto, e mi ha chiesto come sto. Adesso sono mezza in panico, perchè non volevo cominciare una conversazione, vorrei ancora un pò spaccargli il muso.
Ho scritto ad Andrew, e gli ho chiesto se domani mi da una mano con la valigia a CittàMeraviglia...ho sempre pensato che ci sarebbe stato lui, ed è più forte di me.

domenica 28 ottobre 2012

sono incazzata. nera.

Si, anche per Andrew e le sue scene, e i suoi messaggi da 17enne.

Ma principalmente, ce l'ho con H&M e con chi fa le taglie dei vestiti.

Venerdì notte, spulciando il sito di H&M, trovo una giacchina che mi piace molto...questa:
è abbastanza di lana, e ha un prezzo abbordabile e mi piace un sacco che sia a forma di chiodo...

da brava ragazza che tenta di riuscire a fare shopping e a mangiare in un ora di pausa pranzo, mi spulcio per bene la pagina dedicata al prodotto, e al controllo taglia, c'è già qualcosa che mi preoccupa...le taglie partono dalla 32. 
ma ormai è l'una di notte, e ingenuamente penso toh, c'è gente più magra di me...magari avrò l'ebrezza di provarmi qualcosa che mi stia piccolo, e che non sia roba da bambini!!! buonanotte!!!

il giorno dopo, convinco Ery, una delle mie colleghe preferite, a venire con me...facciamo una corsa praticamente sotto la pioggia, entriamo, lei si butta sui maglioncini, io mi fiondo dall'unica commessa del piano terra, che era in cassa e tutto d'un fiato le dico:
"ciao, scusa se ti disturbo, ma ho fretta, sto cercando una giacca in lana a forma di chiodo, è quella del servizio di Lana Del Rey..."
lei mi guarda come se gli avessi chiesto di un cammello investito da sposa, e mi dice 
"forse sono quelle li" 
e indica delle giacche nere compresse vicino a dei cappottini osceni leopardati.

Sono loro.
Guardo freneticamente tutte le taglie.
34.
Cerco uno specchio, appoggio la borsa, mi levo giubbetto e maglione e finalmente me lo provo.
E MI E' GRANDE.

Tiro giù un santo dal paradiso, e mi rendo conto che hanno allargato le taglie, per quello partivano dalla 32...
Ri-corro a cercare la taglia...e mi rendo conto che non c'è.

Vado di nuovo dalla commessa, ancora in cassa, e con più gentilezza possibile, le dico: 
"le taglie sono tutte esposte? o avete altro in magazzino? perchè credevo che la 34 mi andasse bene, come sempre, ma mi è grande...e sul sito ho visto che partivano dalla 32, che però fuori non c'è....". Altro cammello. 
"...ma io la 32 non l'ho mai vista...però provo a chiamare in magazzino, e chiedo se c'è..." 
"ok, io faccio un giro veloce e poi torno!"

Recupero Ery, saliamo e troviamo dei carinissimi trench di cotone...io ne punto uno rosso, con i bottoni neri, Ery uno principe di galles grigio con delle righe rosa, cerchiamo le taglie, io 34, lei 36...proviamo, ci guardiamo e in coro E' GRANDE!!! 
Quindi, le prende una 34 e io niente. Ciao trench rosso, ciao.
Altre taglie allargate, e anche qui non c'è la 32.
Mi sento profondamente presa per il culo.
Era uno dei pochi negozi low cost dove sapevo di poter trovare qualcosa che mi andasse bene.
E mettiamo le cose in chiaro: IO NON SONO ANORESSICA. Io mangio. Io sono alta 1.60. Ho il 35 di piede. Sono piccola, magra e ho un metabolismo veloce. E mi piace fare attività fisica.
Mi sembra ragionevole avere una 38 vera. 
E non vorrei pensarlo, ma questa è tutta colpa di quelle cazzo di campagne per l'abolizione delle taglie troppo piccole, per tutte quelle che sbraitano che le modelle fanno la fame per essere magre e che si ammalano, e che ciccia= bello.  Svegliatevi: la maggior parte delle modelle sono così di costituzione.
Io non ho mai fatto fatica ad essere magra, anzi, ho sempre fatto un sacco di fatica ad ingrassare.
E lo ripeto, non sono malata, e non lo sono mai stata.

Ho trovato un paio di guantini di pelle, per fortuna la S mi andava bene...

Scendiamo, e ci mettiamo in coda alla cassa. Al momento di pagare, la commessa mi dice che non hanno la 32 in magazzino, così io gli chiedo se riassortiscono e se posso lasciargli il numero, che se arriva una 32, se me la mettono via, io corro a prenderla.

Ma da H&M non fanno queste cose.
Perchè ci sono troppi commessi, e se fanno delle note, poi sono in troppi e non si capiscono. Spiegazione della commessa.
Quindi, H&M, prima ti imbambola con un sito inutile, visto che non ha uno store on-line, e poi in negozio, non fornisce un assistenza al cliente.
L'unica soluzione, è chiamare lunedì, e chiedere se è arrivata la taglia...se per caso ci fosse, potrebbero appartamela per 48 ore...cosa che ho già provato a fare una volta per una gonna, ma dopo aver chiamato tipo 3 volte, ci ho rinunciato.

H&M mi hai deluso, profondamente.
Per le taglie, e perchè non te ne frega un cazzo dei tuoi clienti.
Chissà che ti aumentino l'affitto, nel negozio di CittàMeraviglia, e che tu sia costretto a chiudere.

lunedì 22 ottobre 2012

è come se ci fossimo lasciati...

...senza neanche stare assieme.

Con Andrew.
e non ditemi "tanto lo sapevi che finiva così".
nessuno sa cosa succede veramente tra noi, la verità l'ho scritta solo qui.

Nelle ultime settimane, ci siamo allontanati. Ieri abbiamo litigato un ora al telefono.
Lui ha voluto ci vedessimo una sera per discutere del bacio che c'è stato con il coglione dagli occhi verde acqua, e mi ha detto che a lui questa cosa non sta bene per niente, che lui vuole l'esclusiva, che vuole uscire solo con me, che non gli basta più questa sottospecie di relazione che abbiamo.

Io ho un blocco.
C'è qualcosa che mi dice NO, NON PUOI ASSOLUTAMENTE TORNARE CON LUI.
Il mio istinto mi ferma, e nonostante io stia bene con lui, nonostante ci comportiamo da coppia in modo molto naturale, non riesco a dire voglio stare con lui.
E non so se è lui, o se è un'avversione in generale ai rapporti di coppia.

Forse è perchè lui mi ha già lasciata una volta, forse perchè mi ha giù spezzato il cuore una volta, forse perchè sono diventata troppo rigida e cerco il principe azzurro che non esiste...è solo che se penso a stare ufficialmente con lui, i criceti in testa si bloccano di colpo e dicono ma anche no.

Lui non mi ha corteggiato come io vorrei, lui ha semplicemente detto voglio di più.
E io ho semplicemente risposto no, grazie, a me le cose stanno bene così e vorrei continuare così.

Mi ha chiesto cosa è lui per me.
Le uniche parole che mi sono uscite sono state: un punto fermo.
Perchè con lui mi diverto, rido, mangio, gioco.
E ci vado a letto, perchè mi piace. Ma per me è solo sesso, per lui è fare l'amore. E' Violet che va a letto con lui, non la Pam.

E adesso devo staccarmi da lui.
Adesso, che tra 10 giorni mi trasferisco, e ci separeranno solo 10 minuti a piedi.
Adesso, che potremmo vederci tutti i giorni, senza dover pianificare viaggi e valige.

Mi ha detto che non mi inviterà più ad uscire sempre, come ha fatto quest'estate, perchè non vuole più frequentarmi così...che inviterà delle altre ragazze. Che farà fare a qualcun'altra, quello che facevamo insieme.
Come reagirò quando lo vedrò con un altra? come reagirò quando verrò a sapere che esce con un altra?
Lo so già che sarò gelosa, e che non mi starà bene, ma allo stesso tempo, la rabbia non sarà abbastanza per farmi andare da lui a dirgli che lo voglio io.

martedì 16 ottobre 2012

random 2

Sto completamente impazzendo a cercare una stanza singola a Città Meraviglia.
Io credevo fosse difficile trovare coinquilini simpatici, alla mano o senza grossi problemi psicologici...evidentemente quello sarà il passo successivo.
O di ritrovarmi in topaie con seri problemi di agibilità...neanche, io non riesco neanche a trovare una casa da andare a visitare.
cioè, l'ultima telefonata, il tipo non sapeva neanche dove era l'appartamento: quartiere X si ma vicino alla stazione più o meno allora vicino al ponte Y in zona. ovviamente posti distantissimi tra loro. e in casa non c'era la lavatrice.
E niente, probabilmente per novembre e dicembre starò da una mia amica (che cioè, è un ex di uno dei componenti della Family Beach), in stallo, come un gatto in attesa di adozione.

Mi guardo allo specchio quello davanti-dietro in camera, e non riconosco più il mio lato B.
E la cosa mi deprime molto.
Ed è tutta colpa del fatto che non vado più in palestra...ma dove cazzo lo trovo il tempo?
E se riuscissi a trasferirmi, potrei andare in una palestra a CittàMeraviglia. Se trovassi una casa.

SE. SE. SE. SE. SE. SE.

tutti questi SE mi indispettiscono. TANTISSIMO.

Per consolarmi, prima mi sono comprata un paio di pantaloni marroni, super skinny della Cycle.
E gli ho pagati solo 60 euro, che erano in sconto.
Il problema è che io avrei bisogno di maglioncini di mezza stagione, di cui sono praticamente completamente sprovvista...
Però vorrei tanto anche il Moncler quello sottile sottile, che si fa su come se fosse un K-Way, e poi lo cacci nella borsetta.

E se riesco ad andare via di casa???
ho appena fatto il cambio di stagione.
A CittàMeraviglia non posso arrivarci in macchina, dovrò fare 800mila giri per portarmi un pò di roba decente...solo con in piumone occupo mezza valigia!
E le scarpe?
devo trovare un negozio che venda gli Ugg da bambino li, così poi  non me li devo portare su...cioè un paio nuovi oltre i miei. E i tacchi. E gli stivaloni. E gli stivali da pioggia.
Sarò costretta a fare un giro solo per le scarpe.

Beh, almeno in tutto questo sarò occupata, e non mi verrà da pensare agli uomini.
Col cazzo.
In qualsiasi caso, le donne pensano all'ultimo stronzo che non le ha richiamate.



lunedì 8 ottobre 2012

una buona ragione.

Sto cercando una buona ragione, per non scrivere a C.
perchè ho passato una domenica in pigiama da casa, una domenica di autunno, di quelle che è bello passare sotto le coperte con qualcuno.
e invece, io ero da sola.

Non è colpa di C., e non è colpa di nessuno.

Però, se una settimana fa l'ho buttata sul ridere, adesso mi è proprio girato il cazzo, e vorrei insultarlo pesantemente, e in maniera sottile.
E anche capire che problema ha.
E perchè mi ha tirato un pacco così.

Il fatto è che ogni volta che mi connetto nella chat di Fb, è connesso anche lui, e non mi scrive.
E cioè, questa è una provocazione, bella e buona.
E se gli scrivessi per sapere come sta? senza fare nessun riferimento a quello che è successo??
che è ovvio che io ci sto ancora pensando, a 'sto stronzo.

Datemi una buona ragione per non fare niente.

martedì 2 ottobre 2012

question #1

non distraetevi dal post sotto, che secondo me è più importante, ma ho una domanda:

ma, se uno che hai conosciuto l'anno scorso, in una serata in cui il primo vodka tonic ti ha mandato ko, e ricordi veramente poco, di cui hai accettato l'amicizia solo perchè è di PaeseDeiPontili, e che quando hai chiesto alla Sister se lei sapeva chi era ti ha risposto "lo abbiamo conosciuto, ma solo ciao-piacere", comincia a mettere mi piace su tue foto in costume, e sui tuoi status di FB, secondo voi, vuol dire qualcosa??????

sabato 29 settembre 2012

splat!

no, ma non è che mi sono schiantata...sono direttamente caduta da ferma.
sono inciampata da sola.
e rido.
sto ridendo dalle 15 di oggi pomeriggio.
mi sento talmente sfigata che invece di disperarmi, rido.

C. mi ha tirato pacco.
dopo una settimana per metterci d'accordo per vederci, oggi mi ha detto che non ce la faceva e che aveva avuto una giornata di merda. e che le 22.30 era troppo tardi per venire a prendermi. e che era meglio rimandare a un giorno in cui ero più tranquilla.

dopo una settimana di messaggi che lasciavano poco all'immaginazione, del tipo "in questo momento vorrei solo metterti le mani addosso", dopo pianificazioni con l'agenda in mano, dopo "....rimani a dormire da me dopo???", il signorino dagli occhi verde acqua, mi ha lasciato a casa.

il problema è che non riesco a decidere se la sfigata sono io, che non riesco ad uscire con qualcuno neanche solo per scoparmelo, o se lui ha davvero un problema serio per dirmi che alle 22.30 è troppo tardi.
e che non ce la fa.
e la giornata di merda.
e non ha mai scritto la parola magica scusa.

e sono tutte balle, che è evidente che non aveva voglia di vedermi.
e io mi ero anche comprata un pijamino nuovo da oysho, e fatta lo scrub e pianificato l'abbigliamento.

non vi dico le facce delle mie colleghe (che non vi ho più aggiornato, ma ormai ci ADORIAMO).
una ha proposto una spedizione punitiva, per fargliela pagare per tutti gli uomini, ovviamente.
una mi ha detto che cmq si notava che la mia era una risatina un attimo isterica...e io ho confessato che per il mio ego, non è proprio un bel colpo.
una mi ha detto di scrivergli "stanotte un mio dito mi darà molta più soddisfazione di quella che avresti potuto darmi tu".
una mi ha vietato categoricamente di rispondergli. MAI PIU'.

il punto è che lo sapete, no?
adesso ok, io non gli scriverò, ma probabilmente lui lo farà...anche se io non ho accettato di rimandare a quando sarò più tranquilla.
e risponderò.
e probabilmente me la prenderò in culo di nuovo.
e ricomincerò a ridere, perchè quello che mi sta succedendo con gli uomini, mi sembra totalmente surreale.

spero solo che, domani sera, vada meglio.
la mia mica Babi e il suo adorabile fidanzato, vogliono fare i cupido, e hanno organizzato un aperitivo+cena per presentarmi un loro amico...e l'altro giorno ho scoperto che la cosa è molto programmata, visto che lei mi ha detto che questo tipo è molto felice di conoscermi, e non vede l'ora.
aiuto.

giovedì 27 settembre 2012

visto che i diamanti prima dei 40, fanno un po cafona*

*cit. Holly Golightly

ho voluto smeraldi.


sono carini, vero???
che se non hai un "uomo" che ti regala diamanti, allora buttati su tutte le altre pietre preziose....
io i diamantini neri già ce li avevo, gli zaffiri anche, i rubini non mi piacciono molto...
e poi, i vari significati dello smeraldo....


"....diversi i significati simbolici: lo smeraldo, il cui nome proviene dal greco smaragdos che significa pietra verde, indica il risveglio dei sentimenti degli stati di pace, di calma, d'amore, di gentilezza e stimola la creatività artistica.
Secondo la medicina alternativa è un grande equilibratore emozionale perché favorisce l'allineamento dei corpi sottili, armonizza il 3° e il 4° chakra, aggiunge equilibrio e rivitalizza i tre corpi: fisico, emozionale e mentale, ridesta i sentimenti e gli stati di pace, di calma, d'amore e di gentilezza e, secondo una vecchia convinzione popolare, è di particolare aiuto per i sofferenti di problemi visivi.
Questa pietra preziosa, rappresenta soprattutto la sensibilità, la devozione, dona giovinezza ed intima felicità, rafforza gli affetti e propizia salute e fortuna a chi la porta.
Secondo Santa Hildegarda de Bingen, la Sibilla del Reno, lo smeraldo concentra in sé tutte le virtù della natura, favorisce i sogni e gli spazi meditativi più profondi ed apporta nitidezza spirituale.
Nel suo significato magico, protegge dalle paure, dai fantasmi, dai demoni, rende innocuo il maleficio e la fascinazione, conferisce il dono della profezia e possiede anche la capacità di evocare gli spiriti.
E' abbinato al segno zodiacale del Toro e a questi nativi dona buona funzione mnemonica, salute e magnetismo.
Si dice che sognare questa gemma faccia presagire il rinnovamento periodico, la primavera e le forze positive contenute nella terra e, in quanto pietra di Venere e della conoscenza segreta, sia legato al colore verde e al numero della smorfia, 36..."

ecco, io gli ho scelti un pò anche perchè VERDE SPERANZA, che in questo momento ce ne è bisogno, e anche perchè mi sembrava che l'oro rosa stesse da dio con il verde...

E così ho la mia parure, composta da orecchini e collanina carrie, ovviamente con il mio nome. Adoro il mio orafo, ha capito perfettamente che volevo una cosa semplice, di classe, ma allo stesso tempo particolare, non scontata e unica: solo per me.

E sabato sera vedo C., che mi ha appena mandato un sms con scritto che in questo momento vorrebbe solo mettermi le mani addosso...e non vi dico la fatica per riuscire a trovare il tempo per vederci.
Ho deciso io che volevo vederlo, perchè non voglio diventare una di quelle zitelle inacidite che escono solo con chi ha "intenzioni serie".
E lo voglio vedere al più presto che sono già passate 2 settimane, e sono stanca di aspettare i comodi degli altri.
Io voglio tutto e subito.
Voglio tornare la Pam di una volta, quelle che non aveva paura a provarci con gli uomini,  che non aveva paura a mandare un sms, che era consapevole di far girare la testa agli uomini.

p.s.: se questa strategia non funziona, mi consolerete??? che qua io parto a bomba, ma potrei schiantarmi....


venerdì 14 settembre 2012

innervosimento.

che non credo esista neanche, come parola.

immaginate perchè?
bravi, complimenti, vero.

gli anni passano e le mie paranoie sono sempre le stesse.
o forse, passano i millenni, e le paranoie delle donne, sono sempre le stesse.

mi chiamerà?
ci vedremo ancora?
mi starà pensando?
perchè cazzo non mi scrive?

nel dettaglio, dopo i baci di domenica, mi ha scritto martedì, era al mare, e esplicitamente per farmi rosicare, me lo ha detto.
io gli ho risposto dopo ore.
la sera mi scrive in fb, io gli chiedo se si è abbronzato, e lui mi risponde che stava pensando alla nostra piacevole mattinata. cioè, stava pensando a quello che abbiamo fatto in divano.
io giro attorno all'argomento, e gli chiedo quando andiamo via con l'altra moto, lui dice di no, perchè con quella non riesce a toccarmi il culo.
gli rispondo dicendo che deve trovare una scusa migliore, che questa non regge.
ecco.
è questo che mi frena.
tutte mi dicono di buttarmi e divertirmi.
ma io, ho voglia di una qualsiasi botta e via?
e non ditemi che da cosa può nascere cosa, perpiacere, che può essere così solo se da una parte c'è un interesse maggiore, e questa volta da quella parte, ci sarei io.
e quindi dovrei essere io quella che gli sta sotto per vederci.

e invece, mercoledì e giovedì sono passati nel silenzio, e credo proprio che questo weekend io lo passerò a PaeseDeiPontili con la Family Beach, e tanti saluti a C.
che lo sappiamo benissimo, che se un uomo è interessato, ti cerca. e si preoccupa per tempo di impegnarti per il weekend.

in più, oggi ho detto ad Andrew che domenica l'ho baciato, e la sua reazione non è stata delle migliori.

confortatemi.

domenica 9 settembre 2012

novità.

Stamattina sono andata a fare un giro in moto.
Che è finito con una "rotolata" in divano.

Non mi ricordavo che C. avesse gli occhi di un colore così bello: verdeacqua.
Non aveva neanche il fisico che ha adesso, quando eravamo in classe insieme alle superiori.

Adesso faccio un pisolino, mangio qualcosa, porto il regalo di compleanno alla piccola di A. e poi vado a un festival con il mio cugino preferito, a ballare i Subsonica e a riempirmi di birra.

Domani e martedì sarò a Milano, a fare formazione, e a cercare di capire che ne sarà del mio lavoro...e mi aspetta una settimana intensissima...

Mi sento strana.

martedì 4 settembre 2012

bellamerda.

le mie vacanze.
cioè, i miei 2 giorni e mezzo di ferie.
20 ore.

Ho cannato in pieno la compagnia.
E si che insomma, era collaudata, la Sister.
Ma certe persone, quando si fidanzano cambiano completamente, e se con il moroso vecchio credevo fosse colpa di lui, con il baby moroso nuovo, ho capito che è solo colpa di lei.

Un inferno.
5 cazzo di giorni infernali.
e dovevano essere idilliaci.
e non chiedetemi se potevo aspettarmelo, perchè no, non potevo.
non da una che mi conosce così bene e sa in che situazione mi trovo, non da una che l'anno scorso non riuscivo quasi a starle dietro da tutte le cose che voleva fare e la gente che voleva vedere, non da una che l'anno scorso mi ha fatto conoscere Wow (si ci sto ancora pensando, no, non l'ho visto, si, lo so che lui non pensa minimamente a me, e io ho un problema).

lei era quasi costantemente al telefono, in videochiamata, a non dirsi niente se non mi manchi amore mio.
non compatitemi, ridete.
sono perfino stata inclusa nelle videochiamate
si amore, stiamo preparando la cena...guarda la Pam che prepara l'insalata, la vedi?

siamo uscite 2 sere. D-U-E.
eravamo a PaeseDeiPontili, e li locali ce ne sono, magari non sono più fighi come quelli di una volta, però dai, cioè, non ho conosciuto nessuno.

per fortuna ho preso un pò di sole.
poco, perchè ovviamente, su 5 giorni, 2 ha fatto brutto.
non vedevo l'ora di tornare a casa.

e ve lo racconto il giorno che il baby fidanzato calciatore è venuto su???
sappiate che io lo odio, perchè non è un baby moroso, è il perfetto stereotipo del calciatore, e in più è infantile, non giovane.
è arrivato il mercoledì sera, che noi avevamo deciso di andare a ballare, e prima dice che rimane a casa perchè è stanco, poi cambia idea e viene con noi. serata rovinata. nemmeno il tizio che ha provato ad abbordarmi chiedendomi "ti serve qualcosa?? se hai bisogno di qualcosa sono a tua disposizione", e quello che ha provato a bersi il mio drink per approcciare, mi hanno fatto ridere.
poi, il giorno dopo, il dramma: ultimo giorno di calciomercato, e lui viene ceduto. perchè lui voleva cambiare squadra, perchè lui non voleva giocare più nella squadra della città della Sister.
Lacrime e pianti. Disperazione.
Andrà a giocare a un paio d'ore di distanza, e si trasferisce già questa settimana.
Vi immaginate la scena? e quanto me ne poteva fregare a me?

dovevo rilassarmi, e dal nervoso e lo stress, mi è pure venuta una vescica sul labbro.
proprio tanto mi sono rilassata.

Sono tornata a casa, e sabato sera, mi sono fermata a CittàMeraviglia, dovevamo andare a una bella festa, tacchi e bei vestiti, e invece questa cazzo di pioggia mi ha costretto in jeans, stivaletti, k-way e ubriaca di vodka-tonic fatto male. e niente festa. e c'era Tia, e non ho neanche avuto il coraggio di dirgli ciao.

e adesso sono in pieno panico da CAMBIO SEDE UNIVERSITARIA.
perchè questo lavoro mi piace e me lo voglio tenere, lavorando un pò di ore in meno.
però non posso più farmi del male con l'università, devo trovare una soluzione.
Sto valutando le facoltà di Trieste e di Ferrara, ovviamente Giurisprudenza....avete esperienze/consigli/opinioni????

e Verba, non è per niente tutto ok.


giovedì 16 agosto 2012

è complicato

in sottofondo: la Avril, tutta per voi.

di questi pochi giorni di mare, voglio ricordare giusto un paio di cose.
e giusto per non farvi perdere il filo del discorso, magari date un occhio a quello che era successo ad agosto dell'anno scorso...

domenica, pomeriggio in spiaggia con i miei, cena e passeggiata, con tanto di gelatino biologico al cioccolato fondente con panna, che ciao, era come mangiare una tazza di cioccolata calda con panna, ma fredda.
poi, ho aspettato che arrivasse la Sister, e taddadààààà mi ha presentato il suo morosetto nuovo, il giovane calciatore nero, che chiameremo molto affettuosamente Willy, e che mi fa una tenerezza che non vi dico. Innamoratissimo della mia Sister, però, è proprio giovane.
cerco di farmene una ragione, e continuo a ripetermi quello che ha detto la Sister "meglio babysitter che badanti".

lunedì, non mi sono messa abbastanza protezione solare, e in più, abbiamo avuto la brillantissima idea di fare circa 14 km a piedi, dalle 12 alle 15e30. cosa vi aspettavate da una bionda (perchè il rosso è andato via del tutto, e sono tornata bionda), un calciatore, e una Sister innamorata che presenta ufficialmente il moroso alla sua di Sister?
sono tornata a casa con spalle, decoltè e fondoschiena rosa forsforescente. ed è da lunedì pomeriggio che mi spalmo di doposole circa ogni 2 ore.
la sera sono uscita con la Babi e il suo ragazzo, che devo dire sono una bellissima coppia. e hanno passato metà del tempo a pensare con chi potrebbero farmi uscire. olè.

martedì la Sister è tornata a casa tipo alle 7 di mattina, e io, bella brustolata, proprio non era il caso che andassi in spiaggia...cioè, alle 13e30 sono andata a salutare la family beach in pontile, e poi sono tornata da loro alle 16e40, giusto per capire cosa avremmo fatto la sera....alla fine decidiamo di andare a ballare.
e adesso vi faccio ridere.
PP mi chiede di tenergli le chiavi di casa in borsa. e ok, nessun problema, tengo sempre roba di tutti in borsa, e tante volte me le porto pure a casa. Torniamo alle 5e30 della mattina, praticamente cominciava a fare chiaro...fumiamo tutti insieme l'ultima sigaretta, e PP di chiede le chiavi. Gli dico che vado con lui, che entro dal suo cancello e poi scavalco il muretto del parcheggio, come facciamo sempre. Salutiamo tutti e andiamo.
Arriviamo davanti al cancelletto e io prendo le chiavi, lui allunga la mano, e io gli dico io te le do le chiavi, ma in cambio????
no, Pam, davvero, non è serata.
io gli sorrido e gli do le chiavi e gli dico me lo stai dicendo sul serio??
appena apre il cancello, gli passo davanti e mi dirigo verso il mio muretto...
lui sale i gradini del portone, e poi dice cioè, è complicato.
mi giro e gli sorrido. non ha senso dirgli niente. 
buonanotte.
buonanotte gli rispondo con un filo di voce.
e scende i gradini e viene a darmi 2 baci. cioè, prima mi appoggia le guance, come se glieli dovessi dare io...al che io protesto e gli dico che se deve darmi la buonanotte, può almeno darmeli lui, i baci.

ho fatto un altra figura di merda.
inutile dirvi che non so com'è che questo a volte mi piace, e a volte proprio no.
il punto è che non ho bel capito se praticamente gliel'ho offerta su un piatto d'argento, e lui ha rifiutato, o se non ha proprio capito cosa intendevo io. mah.
perchè, io la faccio spesso questa cosa di dire ti ridò le tue cose se mi dai qualcosa in cambio ma solitamente lo faccio per scherzare, e per farmi dire grazie.
Invece io stamattina volevo almeno limonarmelo, e niente.

MA SOPRATTUTTO,  CHE STRACAZZO VUOL DIRE 'E' COMPLICATO' ????



domenica 12 agosto 2012

Santa Carrie Bradshaw, pensaci tu.

ho voglia di uscire con un ragazzo.
possibilmente carino, cioè che mi piaccia.

ho voglia di piccole farfalle nello stomaco, di primi appuntamenti, di giochi di sguardi.

ho voglia che possa durare una vita, o un paio di sere.

ho voglia di chiamare le amiche e raccontare come è andata, cos'è successo, cosa abbiamo fatto, e analizzare ogni dettaglio e ogni parola. 
perchè è quello che fanno le ragazze. 

ma mi sembra tutto difficile, e comincio a pensare che non succederà più.
perchè sono in quel limbo in cui devi farti notare in una bolgia di donne in cui ci sono quelle che hanno culi pazzeschi perchè hanno 18 anni, e anche se il tuo ha ancora il suo perchè e tiene botta, ha cmq 10 anni in più...e devi combattere anche con le over 35, che hanno già avuto il loro grande amore, e sono tornate nella piazza, e sono affamate di uomini che ciao.
e tu sei nel mezzo, in cui non sei più così ingenua come 10 anni fa, e oggi sai cosa vuoi.
ma la tua esperienza non è così ampia, e non accetti cose che invece accettano donne più vecchie di te, pur di farsi trombare.

nel frattempo, mia nonna di 93 anni prega la madonna che non mi faccia rimanere zitella, io prego Carrie Bradshaw che mi faccia trovare un paio di scarpe che mi vadano bene, visto che sugli uomini non ci spero più, dato che non ho un appuntamento dal lontano dicembre 2011.

p.s.: le valigie stanno per essere caricate in macchina, vado a PaeseDeiPontili per un paio di giorni, ho già un impegno con una mia amica per stasera. Spero che Carrie Bradshaw si impegni anche a non farmi incontrare Wow.

venerdì 27 luglio 2012

e sarà come tornare indietro nel tempo.

Domani sera vado a un concerto.
Ma non a un concerto qualsiasi, ad un concerto che aspetto da circa 8 anni, da quando stavo ancora con il Batterista.
Me li ha fatti conoscere lui.
E ricordo perfettamente, come fosse ieri, la prima volta che ho ascoltato Sex.
Io e lui avevamo litigato, era una settimana che non ci parlavamo.
Ma io sapevo che quel sabato sera lui e il suo gruppo suonavano, e sapevo dove.
E, complici mia mamma e Fashion, me lo sono andata a riprendere.
Quella sera,  e altro che la musica, altro che l'america, quando sei selvatica, altro che l'america, credevamo di aver capito tante cose.
Domani sera, la urlerò con tutto il fiato che avrò in corpo, e ti penserò Batterista, che tu ci sei rimasto nei mio cuore.
E urlerò anche Bambole, che io è un pezzo che dico che rivoglio le mie Barbie.

E la cosa più bella, è che ci vado con Jo, il mio cugino preferito, con cui sono anni che non parlo, e che credevo di aver perso per sempre. E invece, mi porterà fuori come faceva una volta, quando ero la piccola della famiglia, e mi faceva fare le cose da grandi.

Sono emozionata. Non vedo l'ora di essere li, in mezzo al prato a ballare e cantare.

martedì 17 luglio 2012

colpi di testa.


non credo servano spiegazioni.

giovedì 12 luglio 2012

posso dire una cosa?

Questa estate non sta andando proprio come me la sarei immaginata.
E intendo dire che sta andando peggio di quello che speravo.
Si, è anche vero che siamo ancora solo a luglio, ma per dire, adesso piove.
E a me, la pioggia in estate non piace.

E sono bianca che potrei fare la pubblicità del detersivo bianco che più bianco non si può.

E non mi è piaciuta per niente la litigata di 2 ore, al telefono, che ho avuto con Andrew questa mattina. Che per lui le cose sono cambiate e che vuole uscire solo con me.
E io ho la coscienza pulita, perchè gli ho sempre detto che non sono innamorata di lui, e che non voglio tornare con lui e che per me le cose non cambiano. Ed è quello che continuo a pensare...che per me lui è un amico, e che se andare a letto insieme gli crea tutti questi problemi, possiamo anche smettere di farlo.

Gli ho detto mezza bugia: che non uscirei con nessuno.
E invece qualcuno c'è, e ogni volta che lo vedo, poi ci penso.
Peccato che lui proprio non mi considera.
E io non riesco a farmi notare.
Cioè, per dire, la settimana scorsa, Tia l'ho visto 2 sere. Non mi caga. Non mi considera. Non mi parla. Mi dice si e no ciao. E io faccio anche la carina, tipo gli ho passato il cavatappi per aprirsi la birra, che non ci arrivava, e vabbè, mi ha detto grazie -e io non lo stavo neanche guardando in faccia-


Non sono capace.


p.s.: nessuna novità del lavoro, quindi, non posso ancora fare la mia supplichevole richiesta di riduzione d'orario...secondo me, questi manco se lo ricordano che il mio contratto scade....

domenica 1 luglio 2012

indecisione

- Amore della vita o seguo la massa??? stasera non so se guardare dirty dancing, come faccio ogni volta che lo trasmettono alla tv, o se guardare la partita.

N.B.: sono rimasta a casa oggi perchè, dopo 10 giorni di antibiotico, se non voglio diventare un dalmata, il sole lo posso vedere solo dalla finestra...naturalmente, oggi e domani, sono le tipiche giornate in cui si sta bene solo al mare.

- Glielo dico che non dipende proprio tutto da me??? ho comunicato alla mamy che la Sister c'ha un moroso nuovo, calciatore, nero: la risposta è stata "credo sia ora che ti trovi qualcuno anche tu".

- Mi faccio venire già l'ansia e la disperazione profonda, o aspetto??? il 17 avrei un esame. uso ancora il condizionale perchè entro quella data, dovrei imparare a memoria 250 pagine di appunti e altrettanti articoli di codice...cosa che sarebbe anche fattibile, se non lavorassi 4 giorni alla settimana.

- Gonna o Short??? mercoledì sera, dopo lavoro, vado a fare la barista a un torneo che stanno organizzando a Città Meraviglia. Perchè a me piace riempirmi la vita. E anche incasinarla.

- Rapporti di lavoro: meglio essere decisa o supplichevole??? ho bisogno che il mio orario di lavoro venga ridotto di 4 ore settimanali...lo chiedo piangendo, dicendo che non ho abbastanza tempo per studiare, o faccio la strafottente&sincera, e dico che in quelle 4 cazzo di ore non faccio nulla, se non guardare per aria, e che conviene anche a loro.

giovedì 28 giugno 2012

ma si può?

ammalarsi nelle 2 settimane più calde dell'anno???
si.
io ne sono la prova.

sono addirittura a casa in malattia, da ieri fino a venerdì (sabato ritorno al lavoro...), per colpa di un infiammazione alla gola, che mi ha fatto svegliare un dente del giudizio.
10 giorni di antibiotico, non vi dico che faccia ho.

e anche se qualcuno mi volesse limonare, non potrei.

p.s.: aiutatemi che sono ignorante; ma come funziona la malattia??? devo essere a casa dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, e nel resto della giornata posso uscire? non che abbia granchè da fare, ma magari vado a fare una passeggiata....

martedì 26 giugno 2012

ti ho visto

domenica pomeriggio, ore 19:30.
stavo andando a PaeseDeiPontili.
ero in macchina, sullo stradone con l'acqua di fianco, quegli 8 minuti a 120 km/h.
ero stanca di cantare LanaDelRey, e, per esorcizzare i ricordi, ho messo su un cd degli Oasis...e ho cominciato a cantare.
in quel momento, mi sei passato a fianco.
eri tu, non era la mia immaginazione.
era la moto che abbiamo scelto insieme. che abbiamo pagato mettendo tutti i soldi dentro la pochette di miumiu, usata tipo portafoglio.
erano le tue braccia abbronzate, che tante volte mi hanno abbracciata.
le maniche corte, che tu hai sempre caldo, e in harley si va piano.
era quel giubbetto di jeans, a cui abbiamo tagliato le maniche, e che ti ho detto mille volte che era troppo tamarro.

solo che al mio posto, c'era un altra che ti abbracciava da dietro.
anzi, io in harley tenevo le mani sulle tue gambe, mi sentivo sicura, e la maggior parte delle volte guidavi con una mano sola e con l'altra mi tenevi.

mi è mancato il fiato per un secondo, e quello dopo, avevo gli occhi pieni di lacrime.
ho continuato a cantare, l'ho cantata tutta, con le lacrime che scendevano, e ho continuato a guidare, ad andare avanti.

So don't go away, say what you say Say that you'll stay, forever and a day In the time of my life Cos I need more time, yes I need more time just to make things right.


era questo quello che ti cantavo, era questo quello in cui credevo, era questo quello che mi avevi fatto credere.
che ci saresti stato, nonostante i momenti difficili, e il mio aver bisogno di tempo.


tu non ci sei più, e non ti rivorrei.
ma ti odio.
ti odio perchè mi hai levato la voglia di innamorarmi.
io ci ho sempre creduto all'amore, e grazie a te, non ci credo più.


e tutti mi dicono quando meno te lo aspetti, ti innamorerai di nuovo, e io vorrei tanto crederci, ma quando succederà, io non mi lascerò andare, perchè sentirò le tue braccia che mi stringono e la tua voce che mi dice sei l'amore della mia vita.


sulla mia moto, ora porti in giro un'altra.

martedì 19 giugno 2012

troppe emozioni

e neanche una positiva.

brutta da vedere scritto, ma putroppo è così.

é stato un weekend intenso, ma mi ha lasciato l'amaro in bocca.

Venerdì aperitivo dopo lavoro con la Cappuccetta, il suo nuovo Love (che è il fratello di Tia...), la Vero, Andrew, gente varia.

e la Cappuccetta & Love che sono così carini insieme, che si mangiano con gli occhi, e che insieme, per me, sono perfetti. Già li adoro.
Anche se a un certo punto della serata partono con il limone moltesto, e ciao, devo girarmi dall'altra parte.

dovevo stare fuori solo un oretta e alla fine sono rimasta a dormire li. devo ammettere che mi sono fatta convincere perchè ad un certo punto mi sono ritrovata Tia seduto in fianco, e lui ha proposto di andare a mangiare la pizza, e Andrew mi ha detto "fermati". e dovevate vedere la faccia della Vero quando lui è arrivato e io l'ho guardata: se qualcuno ci vedeva, capiva tutto.
e poi Tia me lo sono ritrovato seduto a fianco anche a cena.
e non parla un granchè.
Però alla fine stava giocando con la tovaglietta di carta, e io gli ho detto
"mi fai una barchetta???" 
"ti faccio un cubo."
"..."
non avevo mai visto un cubo di carta.
"mi insegni?"
"si"
"con calma che sono bionda"
ho fatto un cubo.
e poi ciao, lui è andato a casa e anche noi. e prima di dormire le paranoie sul fatto che non voglio innamorarmi mai più. e Andrew che mi tira un ceffone, perchè se Ken è stato un coglione a trattarti così, devi capire che non te lo meriti, che meriti di meglio, e che lo troverai.

Sabato a ballare con Fashion.
dopo cena apro faccialibro per leggere un suo messaggio, e mi ritrovo davanti una foto di Ken abbracciato alla sua nuova morosa, la finta bionda con il culo grosso. ho realizzato che è un pezzo che stanno insieme, minimo dal natale scorso. mi è venuto da vomitare.
io sono qui che mi tiro le paranoie, e lui, che era quello che sto meglio da solo, è da un pezzo che stà con un altra.
Mi sono ripresa solo un attimo a ballare, ho mezzo rimorchiato un cubista etero...anzi, la verità è che me lo ha rimorchiato Fashion con la classica frase Ciao! tu sei etero vero? Perchè la mia amica bellissima ha una gran voglia di cazzo. Solo che però questo pretendeva che gli saltassi addosso io, e io queste cose non le faccio, non ci riesco: o provi a limonarmi tu, o scordatelo che lo faccia io.
a fine serata lo abbiamo visto limonarsi una cessa fotonica.
ma la mia autostima è stata sollevata da una pr lesbica, che è venuta a chiedermi da che parte stavo, e mi ha detto "peccato, dovrò dare la brutta notizia a un paio di mie amiche"

Sono tornata alle 5.
Domenica mattina alle 10 ero perfetta in chiesa ad un battesimo: tacco 12, gonna a tubino fiorita a vita alta, camicetta legata al collo, bolerino nero e capelli raccolti. E il rossetto rosso, per distrarre l'attenzione dalle occhiaie.
Il pranzo del battesimo si fa domenica prossima.

A casa litigata alle lacrime con mia mamma, che è convinta che non voglia laurearmi, e che sono la delusione della sua vita.
Ho pianto tantissimo.
Poi ho preso il mio borsone, c'ho buttato dentro quattro vestiti, e sono salita in macchina con i miei.

Direzione PaeseDeiPontili.

pranzo in chioschetto, che mi ha costretto ad ascoltare Karma Police, e ha lottare con le lacrime: quella canzone mi devasta.
ho passato la giornata in spiaggia, a cercare di non bruciarmi e a cercare di non pensare troppo. ma nonostante solo 4 ore di sonno, avevo la testa piena di pensieri veramente poco carini.
e Jack che mi scrive per vederci in settimana per un aperitivo.
Perchè ci prova sempre la persona sbagliata?

la sera, per fare pace, mamma mi ha accompagnato a comprare un costume che volevo da anni: nella gioia del momento, non mi sono resa conto che per arrivare al negozio, sarei dovuta passare per ben 2 volte davanti al ristorante di Wow. La prima volta l'ho visto, era fuori, ma stava lavorando e per fortuna non mi ha visto. Tuffo al cuore, però.
Ho comprato il costume grigio, perchè nero non ce l'avevano.
La seconda volta non l'ho visto, ma non so se è stato un bene oppure no.

Lunedì l'ho passato in solitaria, e a dormire in spiaggia, che la sabbia e il rumore del mare mi confortano.

Ma io non voglio essere così: non voglio piangere per ex che si rifanno una vita dopo 2 giorni, per coglioni che non si degnano di dirmi che non mi vogliono più vedere, perchè quelli che mi piacciono non mi cagano e perchè non ho il coraggio di dire chiaramente "guarda non te la prendere, non mi piaci"...e non riesco a farlo perchè so cosa si prova a sentirselo dire.

Ah, sono una tragedia.


martedì 12 giugno 2012

approcci

si, perchè insomma, ad un certo punto devo smettere di lamentarmi che nessuno ci prova con me.
bastano un paio di minigonne o di shorts, e ciao, ho ricevuto 2 avances e un invito ad un appuntamento nel giro di 24 ore.
cosa volete, ho le gambe toniche.

cmq, sabato sera, dopo aver cambiato idea tipo 15 volte su cosa metterci (con relativi cambi), io e la Cappuccetta siamo riuscite ad uscire di casa, e a dirigerci verso un compleanno di un amico di Andrew: praticamente invitate da un invitato!
ByTheWay, eravamo stragnocche, cioè, è quello che hanno detto. Secondo me la Cappuccetta era veramente bella, io insomma. Avevo sulle spalle 8 ore di lavoro, di una noia mortale, le gambe pesanti, e una scelta limitata di quello che potevo mettermi, così mi sono buttata sul comodo e mi sono messa un vestitino molto 80's, un tubino di maglietta con le maniche lunghe, e la gonna molto corta, e anche se mi ero portata le zeppe, ho ripiegato sui bikers, bassi, corti, comodi ed abbinati con la cinturina tortora che avevo messo in vita. foulard di seta fuxia con le farfalle, e via.
La Cappuccetta l'hanno guardata tutti: un top con la schiena fuori, un paio di fouseaux, tacco 11 su 1.72...praticamente io le arrivavo al gomito...per fortuna i capelli biondi perchè sennò ciao, non mi avrebbe visto nessuno.
Strada facendo per arrivare alla festa, avevamo recuperato anche L. che da buon amico ci ha controllato tutta la sera, e ha anche contato quante conquiste facevamo: dice che ho vinto io, che guardavano più me della Cappuccetta...mah, sono perplessa su questa cosa.
Cmq, dopo un paio d'ore, io devo ammettere ero bella allegra, avevo un braccialetto luminoso e una coroncina di braccialetti luminosi, e mi ero fatta la coda alta in parte, per farvi capire il mio stato. Andrew aveva già provato a chiedere al dj se ci metteva qualcosa di più easy vista l'ora e visto che l'hip-pop non fa troppo per noi. Con un vado io, mi sistemo la gonna e punto uno che stava in consolle:
Ciao!
Ciao.
Senti, non è che potete mettere qualcosa di più rock'n'roll??? o guarda, in questo momento mi faresti felice anche solo con Madonna. Mi metti Madonna per piacere??? vengo anche a ballare in consolle se mi metti qualcosa che mi piace.
nota: la mia gonna mi copriva giusto giusto le chiappe. dopo un attimo di stordimento, il tipo mi fa
Madonna???
Eh, si, cioè, non ti sembra che il mio vestito sia molto da Madonna??
Si. vado a chiedere se abbiamo Madonna.
torna dopo 1 minuto dicendo niente Madonna...ma verresti a ballare con me li in spiaggia???
In spiaggia dove c'è buio?? No, grazie.
Non ti fidi di me?
Macchè, tranquillo, non mi fido di nessuno. Ciao e grazie, e la prossima volta portatevi un paio di canzoni di Madonna.
Avances numero 1: MC ciccione con barba, che non mi sarei fatta neanche sotto tortura.

Riusciamo a tornare a casa alle 4 di mattina. Cotta e cucinata, riprendo conoscenza alle 15 della domenica, dopo essermi svegliata alle 12 per prendere una tachipirina per il mal di testa. yeah.


Il programma della giornata prevedeva cena-grigliata-festa della squadra dei verdi per festeggiare la vittoria del campionato, quindi in tenuta da festa easy (braghette corte di jeans rosa, maglietta grigia e bikers) ci siamo diretti in palestra, con la Cappuccetta che aveva deciso che doveva sfogarsi con qualcuno, visto che per 10 giorni non vedrà il comandante che ha qua la moglie: è venuta via direttamente senza mutande, e con un top senza reggiseno. Aveva le idee chiare insomma...
Cmq, i verdi non sono capaci a fare le feste (e forse è per questo che loro hanno vinto il campionato e noi no). Siamo riusciti ad avanzare la roba da bere, e non ne avevano comprata troppa. Niente musica decente. Niente giochetti divertenti...ci siamo ritrovate io, la Cappuccetta e la Vero, a farci dare lezioni di basket. Ad un certo punto mi distraggo e mi rendo conto che la Vero si è chiusa in spogliatoio con uno a farsi una doccia perchè aveva troppo caldo (ha detto che lui non ha fatto la doccia con lei), la Cappuccetta stava limonando duro con quello che mi aveva detto essere il suo nuovo migliore amico, e io mi sono sentita dire da Ale con una zucchina in mano maaaaa, vieni in stanzino con me e la zucchina???
Avances numero 2: amico evidentemente ubriaco che mi propone una cosa a tre con una zucchina.


Ma il bello viene adesso: ho praticamente passato la serata con Andrew e con Jack, che gioca nella squadra di Andrew, che fa delle foto bellissime, e che è parecchio timido, ed è molto amico di Tia (vi ricordate???). Mi ha fatto vedere un paio di foto che mi ha fatto venerdi scorso, alla cena della squadra, dopo che gli avevo detto che io odio le foto, perchè vengo sempre male, e non mi piaccio...avevamo anche fatto una scommessa: gli avevo detto se mi fai una foto in cui sono carina, ti do un bacio sulla guancia! dopo 5 minuti è arrivato a mostrarmi la foto e a prendersi il bacio. ma io non avevo dato peso alla cosa...
insomma, tra una chiacchiera e un altra, e Jack, abbiamo un problema: i nostri bicchieri sono vuoti, andiamo a prendere la birra, quando vediamo la Cappuccetta che se ne va accompagnata, lui mi dice che non si comporterebbe così, che non gli piacciono i ragazzi che so comportano così, da una botta e via...io gli dico che non ci vedo niente di male, che passeranno la notte insieme, si divertiranno, e magari andrà bene o magari anche no, e che soprattutto lei sa benissimo quello che sta facendo... e poi sento queste parole no, perchè tu mi piaci e io uscirei volentieri con te.
Invito ad un appuntamento: dopo 6 mesi, mi hanno chiesto di uscire.


Confesso che ho avuto un attimo di smarrimento, e non sapevo cosa dire, e poi ho detto eh, è che io ho deciso che non voglio uscire con nessuno per un pezzo, brutte esperienze e non mi sento molto pronta. 
Poi ero in imbarazzo e mi sono dovuta alzare e andare via. Ho preso fiato, ho bevuto un bicchiere di birra, ho fumato una sigaretta e sono tornata sorridente e facendo finta di niente.
Peccato che poi lui mi abbia scritto tornado a casa, scusandosi, ma che voleva dirmi quello che pensava...e che mi abbia scritto anche ieri mattina, per dirmi che aveva avuto un risveglio duretto, e che a mente lucida pensa che io sia una ragazza carina e interessante, e che gli piacerebbe se uscissimo una sera per conoscerci meglio, e di fargli sapere.

Ecco, la mia prima reazione, è stata di non rispondere a un messaggio del genere: lui non mi piace, non ci voglio uscire, e Andrew mi ha detto che è veramente un buon ragazzo, timido e ingenuo.
E io non voglio essere la stronza di turno.
Poi mi sono fatta forza, e prima di dormire gli ho scritto:
Ehy, scusa se ti rispondo solo ora, ma ho avuto una giornata impegnativa... Ho capito quello che intendevi dirmi, e grazie per i complimenti, solo che in questo periodo sono un pò incasinata...ma credo avremo cmq occasione di conoscerci un po meglio!!! Baci & Buonanotte.


Visto che è arrivata l'estate???
Ora devo solo prendere coraggio ed andare a PaeseDeiPontili.......


mercoledì 23 maggio 2012

redhead

si, cmq, ho preso coraggio, e l'ho fatto.
anzi, l'ho fatto fare alla mia mamma, che cioè, è la parrucchiera più brava del mondo.

e così, da oggi, sono tornata dello stesso colore che avevo a 16 anni, quando ho cominciato a fare i primi colpi di sole...

e sapete una cosa?
mi piaccio tantissimo.

(sono cmq bionda, ma di un bel biondorosso ramato!)

lunedì 21 maggio 2012

weekend&pensieri


beh, sapete quando organizzate qualcosa, e siete carichi, e non vedete l'ora, e felici, e saltellate e pregustate il divertimento???
ecco.
io venerdì ero così.
perfettamente organizzata, il programma prevedeva che LaCappuccetta e L. (amico di Andrew, che aveva un altro impegno, ma ci ha fornito di un angelo custode...) mi venissero a prendere fuori dal lavoro, pizza in velocità a casa di L. e via a questa festa, che si poteva raggiungere solo con la barca, e precisamente con una navetta, e solo fino ad esaurimento posti.
tutto di corsa, e alla fine alle 23 (le 23, cioè, sono ancora sconvolta) sono dovuta andare via: un mal di testa allucinante e una nausea pazzesca. Non vi dico il nervoso. La musica era bellissima, c'era un dj set fantastico, vi dico solo che il palco era in mezzo all'acqua.
LaCappuccetta me lo rinfaccerà a vita, ridendo ovviamente...che poi, ci abbiamo messo una vita ad arrivare a casa sua, e poi ci siamo messe a guardare SinCity...e ci siamo addormentate senza neanche accorgerci.
Sabato al lavoro di nuovo, e poi la sera costicine alla sagretta in patronato...yeah, un sabato molto easy, 2 birrette, quattro chiacchiere, e poi nanna da Andrew...che mi ha svegliata alle 4 abbracciandomi troppo stretta. 
TERREMOTO
io l'ho sentito benissimo, una shekerata fortissima.
poi, si è fermato tutto, e gli ho chiesto "cos'è successo? me lo sono sognato?","no, Pam, terremoto, ho avuto tanta paura.". e mi ha tenuto così stretta finchè non si è addormentato di nuovo.
io invece ho pensato cazzo, così è il terremoto. un altra esperienza fatta nella vita.
Ho dormito da Andrew perchè domenica siamo andati a vedere una regata, perchè era un occasione unica, e non potevamo non andarci. 
Ci siamo persi per CittàMeraviglia, abbiamo passeggiato per posti che non avevo mai visto, e abbiamo visto le barche a 5 metri da noi. Una cosa pazzesca. Ci siamo fermati ad una pesca di beneficenza, e Andrew a vinto un quadretto con le farfalle...adesso ce l'ha veramente la collezione di farfalle.

La verità è che abbiamo passato una domenica da coppietta. Ci siamo fatti le coccole. Anche se a un certo punto io gli ho detto basta, sono a livello, basta coccole, stai più in là.
E non so dove mi porterà questo surrogato di relazione, se mi farà bene, se mi farà stare ancora più male, se mi impedirà di uscire con qualcuno perchè non gli piace ad Andrew, quindi non posso uscire con lui, se cmq nessuno mi chiederà di uscire, per via della complicità che ci lega, e quindi nessuno avrà il coraggio di intromettersi...
E' che io non voglio stare con lui.
Mi ha già ferita una volta, e non mi fido.
E stare con lui, mi sembra di accontentarmi, e di fare una cosa comoda, perchè tanto lui è lì, e c'è.
E invece io ho sempre più voglia di novità, di avventura...ma mi sento inchiodata.

martedì 15 maggio 2012

in this shirt*

* the irrepressibles  (malinconica tanto quanto piace a me.)

tralasciamo i drammi con le amiche.
tralasciamo i semi-drammi con gli amici.
tralasciamo i drammi famigliari.
tralasciamo il lavoro, che di lunedì e martedì non ne parlo.
tralasciamo lo studio, che devo fare 10 pagine al giorno e sono ferma alla numero 2.
tralasciando il fatto che non riesco a trovare le scarpe per andare a correre della mia misura.
tralasciamo che è la TERZA volta che rimandiamo una passeggiata a una mostra di foto.

di cosa posso parlare???
ma di vestiti, naturalmente!!!

mi serve il vostro aiuto.
come veste la roba di zara?? che io ho comprato solo un vestito e non me ne intendo.
in dettaglio, vorrei questa camicia di jeans, ma non so come veste...io vorrei portarla con una mini nera a vita alta e gli stivali finchè fa freschetto, e poi lanciarmi al tacco 12.
che poi, tutta sta indecisione è perchè ci metto un ora per arrivare al negozio zara più vicino, e non mi va di fare un giro a vuoto...ma se poi la ordino nello store on line, e nonostante ci sia un XS mi è grande? sbattimento per rimandargliela indietro o sono efficenti?
uff.
adesso anche i vestiti mi creano problemi.

martedì 8 maggio 2012

Apatia

portati via.

E arrivato il sole, e io vorrei andare in letargo.
Non so, tutta la voglia di fare che avevo un paio di settimane fa, è andata dritta a fanculo...

Ho un broncio che a Brigitte Bardot gli fa un baffo.
Principalmente ce l'ho con la Sister.
Ce l'ho talmente con lei, da evitare le sue telefonate.
Me lo aveva promesso, che sarebbe stata la NOSTRA estate.
E invece mi dice, che oltre ad essersi "messa insieme", con il calciatore, è anche cambiato qualcosa...il sentimento.
Il sentimento. Un calciatore 22enne. La nostra estate. Mi esce il fumo dalle orecchie.

E ha pure la faccia tosta di chiedermi con insistenza "ma allora te la prendi la prima settimana di settembre per venire a Formentera con me???"
Ma cazzo. Ma in che lingua te lo devo dire che non so neanche se avrò ancora un lavoro a fine luglio???

Ti dico "La apriamo 'sta cazzo di stagione a PaeseDeiPontili??? Ci vediamo sabato sera sotto casa?" e mi rispondi: "ma è previsto brutto...però se vuoi venerdì andiamo a ballare latino, che Lui è in ritiro....e poi torna domenica....".
NO, bella mia, NO.
Non ci si comporta così.
Lui è in ritiro e allora ci possiamo vedere venerdì??? e non andiamo al mare, cosa che abbiamo fatto anche con una bufera di neve??
No, io non ce la faccio.
Mi sto incazzando come una bestia.
Non me lo sarei aspettato da lei......

Mi sento un po' abbandonata...niente amica per l'estate, niente morosetto, nessuno che ci prova, nessuno che mi piace, ansia da esami non preparati e non aver coraggio di guardare le date degli appelli...
Vorrei capire cos'ho.
Intanto, l'unica cosa che mi tira su, è questa.

mercoledì 25 aprile 2012

Could You Be Loved*

*Bob Marley


Ritmi raggae nelle orecchie questa mattina. E questa canzone dice tutto.
Sole in faccia.
I miei stanno cucinando le costicine in giardino, che mangerò in 5 minuti prima di andare al lavoro...ma sarà una giornata leggera, solo 4 ore, e poi, aperitivo con la Cappuccetta.
Ho un bellissimo smalto corallo, da coordinare con il rossetto Lucky di Dior, e oggi metto le scarpe nuove.


Si sente che sono molto più felice di domenica???


Cmq, visto che dai commenti della mia intervista, ne è uscito che siete molto curiosi riguardo alla mia persona, vi dico altre 8 cose di me, così unisco l'utile al dilettevole, cioè, soddisfo la vostra curiosità, e ringrazio quelle sgallettate di L'Antipatica e NeuroticBlonde che mi hanno premiato (se mi sono persa qualcuno, fatemelo notare e perdonatemi) con il "I Love Your Blog Award", per il quale, devo rispondere a 8 domande. 
(cioè, ma veramente?? continuate a premiarmi???)


1. Qual è la tua rivista di moda preferita?  
Non leggo riviste di moda...preferisco i siti di moda!!! Se capita, sfoglio i Donna Moderna che porta a casa mia mamma. La mia rivista preferita è Rolling Stone (che però non compro da una vita).


2. Qual è il tuo cantante/band preferito?  
Eeeeehm. Non saprei. Direi Guns'n'Roses...per stare sul classico. Però oggi mi metto la maglietta dei Kiss.


3. Qual è la tua youtube guru preferita?
Non esiste. Non so neanche cosa siano le YouTubeGuru. Per me non esistono (anche perchè ne so molto più di loro).


4. Qual è il tuo prodotto di make-up preferito?
Il MASCARA. Nero. Non potrei mai vivere senza.


5. Dove ti piacerebbe vivere?
Fronte spiaggia. Al caldo. Direi California.


6. Qual è il tuo film preferito?
Siamo a parimerito tra DirtyDancing e Flashdance.


7. Quante paia di scarpe possiedi?
Non saprei. Intanto io non posso chiamarle "scarpe". Vanno divise per generi: stivali, sandali, sneackers...allora potrei rispondere.


8. Qual è il tuo colore preferito?
Il nero, in assoluto. Poi però va a periodi, c'è stato il periodo rosa, ora siamo nel periodo verde.



Poi però, una domanda mi sorge spontanea.VOLETE SAPERE QUALCOSA SU DI ME???cioè, basta chiedere. e se non è troppo "intimo", io di solito, rispondo più che volentieri!

martedì 24 aprile 2012

pubblicità!

Sono stata intervistata!!
e le mie risposte (corredate da un ortografia non proprio perfetta, dovuta allo slancio creativo -cioè, la fretta di scrivere per non perdere l'idea-) le trovate nel blog della neo-vegetariana Emy, alla numero 6# della sua rubrica Teste di Blogger...

Link diretto QUI!

domenica 22 aprile 2012

creep

Io domani mattina ho un treno alle 7.29, per CittàDellaModa.
E devo ancora decidere cosa mettermi, devo ancora farmi la doccia, devo ancora decidere come sistemarmi i capelli e che scarpe mettere, e le ultime due sono anche delle cose su cui riflettere, visto il tempo di merda che farà domani.
Ed ho anche un dresscode: un tubino nero. Che non ho e non ho comprato, perchè non volevo comprare.
Metterò un vestitino nero di seta.
C'è anche la vaga possibilità che domani sera faccia un dritto a CittàMeraviglia, che non abbiamo capito se c'è una festa a casa di Ale lunedì o martedì sera, o entrambi i giorni.
Io speravo di passarmi 3 giorni a casa da sola, cioè sola con la gatta, e invece i miei hanno cambiato idea, e hanno deciso di non andare via. E quindi non sono neanche libera di fare programmi all'ultimo minuto, o di arrivare a casa alle 22 e uscire alle 22.30 senza dare giustificazioni su dove dormirò...cazzo.

Oggi sono un attimo depressa, e ho passato la giornata in pijama. Ieri sera non sono uscita. Ero stanca, e cmq mi ero fermata a fare aperitivo con la Cappuccetta venerdì sera, e in più sabato scorso, io a Andrew siamo stati incastrati a una cena in cui TUTTI pensavano che ci fossimo rimessi insieme, e quindi abbiamo appositamente evitato di farci vedere insieme un altro sabato.
Beh, oggi mi ha chiamato, e mi ha detto che mi sono persa una serata divertentissima e piena di gente.
ma cazzo.
e stasera a nanna presto, che domani la sveglia suona alle 6.30.

Il 25 è festa, e io lavoro. Lavoro solo 4 ore, eh, dalle 15 alle 19, mi va anche bene, visto che mi pagano un pò di più. Ma oggi è una giornata di lamenti.
E' che magari sarà una bella giornata, e io dovrò passare 4 ore con delle oche. Io un paio già le odio, e si, verba, avrai un post tutto loro, solo che oggi, proprio non ho voglia di pensare a quelle zoccole. Magari lo scrivo in treno domani -con carta&penna- e poi troverò il tempo per copiarlo e postarlo.

Ho voglia di estate. Ho voglia di progetti&avventure.
Ho voglia di conoscere qualcuno, di impegnare il cervello in questioni frivole.
Ma allo stesso tempo, sono spaventata.
E se poi mi piace qualcuno e non mi caga? Se sto male di nuovo? Se anche Andrew mi abbandona?
E le mie amiche che sono così felici con accanto qualcuno, dovrei imitarle e trovarmi qualcuno anche io?
Boh, la Babi mi aveva anche invitato a fare aperitivo oggi, ma non sono voluta uscire. Non avevo voglia. Ma ho voglia di vedere lei e parlare, e ridere e guardarmi intorno.

Oggi sono una contraddizione vivente.
Vado a farmi la doccia, che devo decidere se farmi riccia o liscia. E quasi quasi mi taglio la frangia.
E no, non ho ancora deciso se farmi rossa.
E si, alla fine ho ordinato le numero 1, spero arriveranno giovedì....

E domani devo prendere il mio primo taxi da sola, e sono un pò agitata.

martedì 17 aprile 2012

random

Ufffiiiiiiiii.
Se la smettesse di piovere, sarei anche più felice, avrei meno freddo, e i miei capelli si darebbero una calmata, che c'ho un tira baci piccolo e ribelle, giusto sulla fronte, che è ingestibile e brutto da vedere.

Oggi c'è il sole, si, ma non illudetevi: ho guardato le previsioni, e da domani ricomincia a piovere. E sarà brutto tutto il weekend.

E si, la smetto di parlare del tempo, che è solo un modo per tergiversare per rimandare la spiegazione del perchè non ho praticamente più scritto.
Non ho più scritto perchè avrei bisogno di un ora in più al giorno, o semplicemente di un iphone da cui scrivere i post nelle ore buche, tipo quando sono in autobus.
Ma lo stipendio che mi è arrivato, non mi permette di comprarmi un iphone (se conoscete un offerta che non è un inculata, fatemelo sapere, grazie).

Il punto è che non è successo niente di entusiasmante.
Nessuno mi ha chiesto di uscire.
Non ho fatto niente di esaltante, anzi, mi sono anche un pochino depressa perchè io credevo fosse arrivata la bella stagione, e invece sabato mi sono ritrovata con addosso l'unico piumino che non avevo portato al pulisecco, e cioè, ha il collo di pelo, e io ci stavo da dio. e la sciarpa di lana.

Cioè, una cosa che fa ridere c'è: programmiamo il sabato sera (scorso).
La Cappuccetta ci invita ad uscire con lei, il Comandante, una coppia di suoi amici, e andare a cena al sushiwok. LaVero non viene che è in montagna...io e Andrew rifiutiamo per non ritrovarci a fare la finta coppietta, e decidiamo che sabato saremmo andati a fare aperitivo, e poi boh.
Sabato mi dice che siamo invitati a cena da dei suoi amici, che conosco anche io, che sono andati a convivere da un mesetto e fanno la cena di inaugurazione della casa...ok, mi dico, cena informale, tra amici, una roba tranquilla, vino e cibo a volontà.
Dire di si, è stata una cazzata.
Ci siamo ritrovati in mezzo a 4 coppie, che credevano che fossimo tornati insieme.
Le battute, si sono sprecate.
Ho bevuto qualsiasi cosa mi mettessero nel bicchiere e sono arrivata a casa alle 3 sobria. SOBRIA.
Alla fine l'ho buttata sul ridere, e ho minacciato Andrew di morte se non chiarisce la situazione al più presto...

Bene.
Adesso passiamo alle cose divertenti.
Ho bisogno della vostra opinione.
Quali compro???
ASOS
oppure
ASOS


Che sia più che chiaro che io le comprerei tutte e due, ma è che non ho mai comprato scarpe su asos e non so regolarmi sulla taglia.
io ho un 35, e di queste è disponibile il 35,5-36, che non ho idea di come vesta...
Cmq, sono più indirizzata verso le prime, che hanno una zeppa interna di 7 cm, e quindi sono più che portabili, anche a CittàMeraviglia....

martedì 10 aprile 2012

gli occhi a cuore

non i miei, sia chiaro.
ma quelli delle mie amiche.
che non ho mai avuto così tante amiche femmine come in questo periodo.

Gli occhi a cuore delLa Vero, che la settimana scorsa ha goduto (in tutti i sensi) della compagnia del suo ArtistaDiStrada; un tipo toscano fighissimo che ha conosciuto a carnevale, ed è stato amore a prima vista...peccato lui viva ancora con la sua ex, anche se dice che è una storia finite (lei gli crede, io no...)
e hanno passato 3 giorni d'amore, e sabato sera lei parlava di lui e i suoi occhi brillavano.
e raccontava dei loro progetti, e si incantava se pensava a lui, e vive sapendo che presto sarà ancora più felice perchè lui tornerà da lei.

Gli occhi a cuore della Cappuccetta, che vorrebbe dimenticare il Comandante, che lo sà benissimo che non vorrà mai essere la sua amante per sempre, e che lui prima o poi se ne andrà...e che vorrebbe tanto che S. gli piacesse di più, ma si rende conto che lei ha occhi e mente solo per l'altro.

Gli occhi a cuore della Sister, che il Principe di BelAir gli è entrato dentro.
E che adesso mi dice "no, perchè, se poi continua, questo è l'ultimo anno che abbiamo un età decente per andare a Formentera da sole a fare le sceme...che io gliel'ho detto che quest'estate non voglio impegni, che ci sei tu, che non sono pronta dopo tutto quello che mi è successo" ma allora non vi siete messi insieme. No, ci siamo messi insieme. Stiamo insieme. Ho un 'comesidice' MOROSO.
E cioè, questa si è messa insieme a un calciatore. La peggio categoria di uomini sulla terra. E suo papà non gli parla più perchè lui è di colore.


Serve che vi dice che io queste tre pazze, le amo? A loro ho detto che però, piuttosto di ritrovarmi incasinata come loro, rimango zitella. Che casini così non fanno per me.
Ma mi fanno ricordare, che si, è bello-bellissimo innamorarsi.
Che si, mi succederà di nuovo.
Che non devo aver paura.
Che devo riuscire a dire ad Andrew che ho notato il suo amico, e che mi piacerebbe uscirci...perchè lunedì la Cappuccetta voleva dirglielo e io non ho voluto...
Perchè, anche se domenica siamo stati molto bene insieme, mi ha preparato il bagno caldo, mi ha preparato la cena, abbiamo guardato A Qualcuno Piace Caldo e ci siamo innamorati di Marilyn, e abbiamo parlato per ore solo con la luce della luna piena, non è lui l'uomo della mia vita...però questo gliel'ho detto anche domenica notte, quindi sto tranquilla.

martedì 3 aprile 2012

in loop...


E cmq, sabato sera sono andata a ballare con Fashion e la Cappuccetta, in disco gay, ovvio.
LaVero è rimasta a città meraviglia, ed è uscita con Ale e Tia...e Tia gli ha chiesto "dov'è la tua amica bionda simpatica?".
Non facciamoci illusioni.
Alla Vero ho detto che lui mi attira...ma credo lo abbia puntato anche lei.
A questo punto, vincerebbe lei, perchè io non ce la faccio a provarci con gli uomini, non è la mia tecnica...boh.
Ad Andrew ho detto solo che io e LaVero pensiamo che Tia sia affascinante....non me la sento di dirglielo, e questo lo so che è sbagliato. Ma non so come la prenderebbe. E cioè, non dovrei preoccuparmi neanche di questo.
Ma cazzo.
Ma qualcosa di semplice, no??

giovedì 29 marzo 2012

cioè

Lady Gaga ha un anno in meno di me, ed esce con un modello fighissimo, e io niente.

Ieri sera, riflettevo con Andrew -e mi sono resa conto che forse non era la persona giusta con cui riflettere di queste cose- che cioè, con me, non ci prova nessuno.
e insomma, è vero che ho detto che non voglio nessuno, non voglio impegni, non sono pronta per uscire con qualcuno, però checcazzo, alle femmine, fa sempre piacere essere corteggiate.

Se poi ci mettete che tutte le mie amiche, c'hanno una tresca in corso, beh, io mi sento esclusa dal gioco: la Sister usa ancora il russo a suo piacimento, e in più si fa corteggiare spietatamente da un paio di calciatori...LaVero si sta ancora levando dalla testa il coglione fotonico, ma secondo me tra poco lui parte all'attacco ancora...la Cappuccetta sta avendo dei dubbi sul comandante e sta facendo un pensierino su un tipo con degli occhi che ti ipnotizza.
E IO???
io niente.

Aggiungiamoci che io non sono una che fa il primo passo, cioè, mi vergogno pure a chiedere l'amicizia in facebook, figuriamoci a dirgli mi porti fuori a cena??? come mi ha suggerito Andrew.
Si, insomma, io aspetto&spero. O vaneggio, meglio. Vivo film tutti miei ad occhi aperti.

Cosa faccio?
Faccio finta di niente, e prima o poi qualcuno arriverà?
Mi preoccupo, perchè qualcosa non funziona in me? che Andrew l'ha detto "tu sei particolare, ci vuole coraggio per avvicinarti"...cioè, insomma, io non ho mai mangiato nessuno.
Sono antipatica agli occhi della gente?
Sono troppo bionda?
Dovrei provarci io?? non sono capace....avrei bisogno di un auricolare e qualcuno che mi suggerisce cosa dire...

Che io lo vorrei qualcuno che mi prestasse un pò di attenzione...

lunedì 26 marzo 2012

imparare a muoversi...

...come una CittàMeravigliese.

E' quello che ho cominciato a fare giovedì-venerdì-sabato.

Oggi che sono a casa, mi rendo conto di quanto la mia vita cambierà, quanto sono vicina a una svolta, di quanto diventerò responsabile di me e della mia sopravvivenza.

E di quanto, nella vita, possono cambiare le persone che ti stanno attorno, di come gli amici sbuchino fuori improvvisamente e quando meno te lo aspetti, e che più sei felice, più lo sarai.

Giovedì, primo giorno di lavoro, è venuto a trovarmi Andrew...e ho scoperto che ho un autobus alle 20.05, che mi farà arrivare a casa un quarto d'ora prima di quello che prevedevo io! le piccole gioie della vita...

Venerdì, LaVero, è venuta a prendermi fuori dal lavoro, dovevamo andare a fare aperitivo e poi a vedere una partita di basket, di amici di Andrew. Io avevo pijama e spazzolino in borsa, per sicurezza, che non sapevo se sarei tornata a casa, o se avessi passato la notte a CittàMeraviglia.
Per andare a bere lo spritz, siamo praticamente passate davanti a casa di Wow. Io ho detto solo "Siamo in un brutto posto, qui vicino c'è in ostaggio la mia maglietta blu."
Poi però siamo arrivate, entriamo a prenderci da bere, e indovinate chi c'è? Tia.
e mi ha anche detto "Ciao!"...può essere che non  se la sia presa per tutta la merda che gli ho detto l'altra volta??? speriamo...
beviamo e andiamo in palestra...Tia ci passa davanti e LaVero mi dice in un orecchio "Tanta roba però Tia, vero??" e io "No, ma te lo volevo proprio dire, che cioè si. ". Partita al cardiopalma. Abbiamo vinto di 1 punto, all'ultimo secondo. Abbiamo urlato talmente forte che gli arbitri avranno pensato fossimo fuori di testa...

Il programma prevedeva di aspettare i ragazzi e andare a mangiare la pizza con loro, ma fuori abbiamo raccattato altre 2 ragazze (perchè come ha saggiamente detto LaVero, se continuiamo ad uscire con Andrew e i suoi amici, non cucchiamo, nè io, nè lei), e siamo andate in un posto, dove ci aspettava Ale, mix tra discoteca e pub....cioè, c'era musica da ballare, ma nessuno ballava! in compenso, bevevano molto.
Se vi state preoccupando per me, e vi chiedete della mia cena, beh, cena=trancio di pizza e birretta, camminando.
Ci siamo adeguate anche noi al mood, anche se ogni tanto io me ne uscivo con un basta bere che domani lavoro...è tardi, devo andare a letto...Vero, cioè, di tutti i maschi qui davanti a me, l'unico che mi potrebbe piacere esteticamente, è un fattone, no, andiamo in un altro posto.
Ad un certo punto, mi sono ritrovata un bicchiere di tequila in mano.
Abbiamo deciso di dirigerci verso casa delLaVero per fare una pasta, e strada facendo abbiamo incontrato Andrew: i miei criceti sono impazziti...cioè, si sono resi conto che se tornavo con LaVero, le possibilità di addormentarmi prima delle 6 del mattino, erano tipo dell'1%; se andavo a casa con Andrew,  mi sarei addormentata nel giro di mezzora, ed erano già le 2.30 di notte.
Così con un gesto magico, ho salutato tutti e sono andata a casa con Andrew...che al mattino mi ha preparato la colazione, e mi ha spiegato la strada per arrivare al lavoro...corredata da piantina e messaggino Impara a muoverti da cittàmeravigliese. Su.


Sabato per fortuna ho lavorato abbastanza, e quindi la giornata è passata anche velocemente...e nell'unica ora buca, è venuta a trovarmi la Cappuccetta!!!
Abbiamo parlato per un ora, del suo compleanno, di quello che era successo la sera prima, della Vero e del coglione fotonico (si, c'era anche lui, e anche la bionda), che Tia è affascinate perchè non ti caga, del devo farmi pubblicamente qualcuno perchè sennò tutti pensano che io e Andrew abbiamo ricominciato ad uscire insieme visto che ieri notte dovevo dormire dalla Vero e poi sono andata a casa con lui...
Cioè, credetemi, quando sono arrivata a casa, alle 21 e qualcosa...non avevo neanche la forza di farmi la doccia...ho mangiato per inerzia, e perchè dovevo farlo. A mezzanotte ero a letto. Mi sono svegliata dopo tipo 13 ore.

Devo prendere il ritmo...e magari è anche un pò la primavera che mi debilita.
Ma cioè, vi rendete conto? 3 giorni di lavoro, 3 amici che mi sono venuti a trovare.
Mi sento felice.
E ho voglia di andare al mare.

mercoledì 21 marzo 2012

è primaveraaaaaaaaaaaaaa

svegliatevi bambineeeeeeeeeee.

Bene.
Io oggi mi sono messa il giubbino di pelle verde.
E' stato il mio primo giorno di lavoro...cioè, avrebbe dovuto essere. Sono arrivata li, bella emozionata e preparata, e mi dicono che manca un documento e non possono farmi lavorare.
Proviamo a chiamare, mandiamo mail, aspetto un ora e mezza, e poi mi mandano a casa.
Sono uscita incazzata come una biscia. Ho poi scoperto che la colpa è dell'agenzia interinale...commentate voi.

Però, l'incazzatura è durata il tempo di fare due passi, farmi convincere da Andrew ad andare a piedi dai, che è tutta dritta, gira a destra e vai...e trovarmi immersa in CittàMeraviglia, piena di sole, luccicante e sempre magica. voglio andare a vivere li.
E poi, cioè, è già primavera. E' finito quello stracazzo di inverno. L'estate è ormai alle porte...

p.s.: ho appena scoperto che Ken esce con un altra. bionda.

lunedì 19 marzo 2012

una settimana da Pam

Ci sono.
Devo ancora capire se sono ancora viva, ma ci sono.


Vi avevo promesso un resoconto ed eccolo qua:


LUNEDI': giornata studio, palestra, organizzazione e valigia. Alla fine sono andata a letto alle 2...


MARTEDI': Sveglia all'alba, 2 treni per arrivare nella Capitale...viaggio tranquillo, musica nelle orecchie per 4 ore, sono arrivata rilassata e felice.
L'hotel dove avrei soggiornato e fatto il corso, era veramente a due passi dalla stazione. Arrivo, faccio il check-in e incontro subito 2 mie compagni di avventure: LaBolognese e LaSvampita.
Per policy aziendale non abbiamo avuto delle camere singole, ma dividevamo delle doppie...ora, secondo voi, con chi potevo essere in camera io??
Ma con LaSvampita, naturalmente. Ecco, io le femmine così, le sopprimerei. Si è fatta riconoscere subito perchè avrebbe dovuto dividere la camera con una sconosciuta (cioè io), e cioè, lei non credeva, non sapeva, non gli sembrava giusto.
Portiamo le valigie in camera, e scendiamo per il pranzo...e poi, iniziamo il corso -la mia compagna di banco è LaBolognese- e ci liberano alle 6, e io e lei decidiamo di andare a fare un giro...per negozi; prendiamo la metro, 2 fermate e siamo a Piazza di Spagna, un giro a lasciare la bava in Via Condotti, e ci consoliamo da Zara, dove compro un paio di carinissimi short di pizzo, che proprio mi servivano.
Ore 20.30 cena di pesce, ho mangiato tutto. Anima della serata, è stato G.L, MakeUpArtist-MaPrimaFacevoIlBallerino, che ci ha raccontato praticamente tutta la sua vita, compresa di particolari (si, anche alcuni piccanti) sugli uomini della sua vita.
La riflessione che ho fatto a fine serata è che gli uomini, sia etero che gay, sono tutti delle merde.


MERCOLEDI': Sveglia ore 8.30, colazione con calma e molto abbondante...e via al corso: una giornata infinita, e in più gli argomenti erano anche abbastanza impegnativi, quindi alla sera, i miei criceti, erano cotti. Cioè, per dire, abbiamo finito alle 7, e io prima di cominciare a prepararmi per uscire, ho dovuto dormire mezzora per riprendermi.
Dopo il corso, ho fatto una mini-chiacchierata con le responsabili del corso, e ho scoperto che venerdì e sabato, non avrei cominciato a CittàMeraviglia, ma a CittàP, perchè avrei fatto 2 giorni di affiancamento. Si erano un attimo dimenticati di avvisarmi...
Per farvi capire quanto di lusso ci hanno trattato, la sera abbiamo cenato in un locale praticamente a due passi da Palazzo Fendi...in pieno centro. SuperChic. Per fortuna mi ero portata via il vestitino a fiori, quello di un paio di post fa, e i miei stivali bassi ma superfighi di Givenchy...la prossima volta devo portarmi via qualcosa di più elegante.
LaSvampita, a cui ricordavo l'orario ogni 5 minuti, è riuscita ad arrivare in ritardo di 15 minuti, e non ha neanche chiesto scusa!!! dovevamo essere pronte nella hall dell'hotel alle 20.15, così io alle 19.30 comincio a prepararmi...lei con calma, alle 19.45, si fa la doccia; alle 20 io mi sto ritoccando il trucco, e gli faccio presente che ha solo 15 minuti ed è ancora in mutande...alle 20.10 io scendo e lei mi dice "arrivo anche io, esco tra 5 minuti"...ma la cosa che mi ha fatto più ridere, è che si è tenuta in testa un basco di lana per tutta la sera, dentro il locale. Lascio a voi farvi un giudizio su una cosa del genere...
Mi sono divertita tantissimo: immagiante un tavolo di 10 donne + 2 gay; abbiamo animato la serata; abbiamo rubato il microfono al tipo che cantava, e ad un certo punto, mi sono ritrovata a cantare MARACAIBO, e abbiamo concluso la serata ballando il gioca jouer. E abbiamo stressato fortissimo i 2 uomini: G.L per farlo ballare con noi, e l'altro con gli oroscopi.
E la responsabile della formazione ha detto che non gli era mai capitata una serata così, e così divertente.


GIOVEDI': giornata di corso super intensa e concentrata, visto che per le 17.00 dovevamo aver finito...poi saluti e baci, borsa regalo, e via in treno verso casa.
Appena salita, mi sono resa conto che sono razzista. Verso i ciccioni. Perdonatemi, ma l'uomo che occupava il posto davanti a me, avrà pesato circa 200 kg, ed era pure alto...morale della favola, a lui è andata bene perchè io peso 42 kg, e occupo veramente poco spazio, mentre a me, è andata molto male, in quanto il "signore", ha passato 3 ore al telefono, parlando ininterrotamente, e pestandomi ininterrottamente i piedi, senza mai chiedermi scusa. Mi dispiace, ma dopo un certo peso, dovrebbero occupare dei posti speciali...cioè, per andare al bagno, ho dovuto scavalcare il sedile a fianco!!!
Sono arrivata a casa alle 22...e avrei voluto vedere LaVero e Andrew che erano qui per una partita di basket, ma cenavano alle 23, e io ero cotta...


VENERDI': giornata insignificante...l'affiancamento è stato di una noia mortale, visto che i clienti saranno stati 4 in tutto il giorno...due palle che non vi dico.
La sera, cotta, mi sono data allo svuotamento valigia, ho discusso ancora con mia madre che:
"ma tu sei felice che alla fine vai a fare la commessa??" 
"no, mamma, non sono felice, e non sarà il lavoro della mia vita, ma è l'unico modo per andare via di qua. e visto che mi hanno scelto, e non sarò una 'semplice commessa' e che vogliono investire su di me, credo sia giusto provare" 
"beh, sappi cmq, che è anche merito mio se ti hanno scelto: io ti ho dato la possibilità di presentarti così, vestita bene e curata. renditene conto."


SABATO: sono partita CARICA. é anche passato a trovarmi CompagnoDiBanco con la sua morosetta...è stato bello riabbracciarlo! In pausa pranzo mi sono fatta distrarre da H&M, e con 23 euro ho preso un vestitino nero, un maglioncino-vestito nero, e un baglioncino bianco...ho fatto un affare, vero???
Dopo il lavoro, ho preso il treno per CittàMeraviglia, sono andata da Andrew a cambiarmi e a ri-truccarmi (visto che per lavoro sono truccata un pò pesante, e a fine giornata mi sento un pò un clown...), e li sono arrivate anche LaVero e la Cappuccetta...Andrew ci aspettava fuori. La mamy di Andrew è fantastica: si è vista arrivare 3 donne, ma non suo figlio.
Partiamo, tutte e 3 a manina, allo sbaraglio, che alla fine volevamo fare seratona, e non avevamo organizzato N-I-E-N-T-E.
Raggiungiamo Andrew, che era andato a fare aperitivo con l'altro coach, e sapete chi aveva trovato e unito il nostro gruppo al suo? brave. quello dell'infatuazione di facebook. ho pensato "yeah, stasera lo conosco". Si chiama Tia, ma me lo hanno detto, lui non si è presentato....
Arriviamo in questo locale: scena magica -> LaVero si rende conto che nel gruppo c'è l'ultimo tipo con cui ha rotto, che è un coglione fotonico, che martedì grasso ci ha provato con la Cappuccetta DAVANTI A ME, e che sempre quella sera si è limonato una bionda davanti alLaVero che è caduta come un pero e si è fatta un bernoccolo in testa. Lei lo deve dalla vetrina,  la Cappuccetta fa per entrare e urla "NO" e torna indietro. Ovviamente, noi stavamo parlando male di lui. Ovviamente, ci siamo ricomposte, siamo entrate a testa alta e sorridenti, e ci siamo prese da bere. Andrew è venuto a salutarci, e con lui anche Ale, che è stato l'UNICO del gruppetto che si è presentato. Ma che problemi hanno questi uomini????
Cmq, abbiamo bevuto fiumi di birra. Abbiamo fatto divertire tantissimo Ale, che non ci ha abbandonato un minuto in tutta la serata, io mi sono ritrovata a parlargli di questo filmato di madonna, io e LaVero abbiamo provato in tutti i modi a far ridere Tia: solletico, gli abbiamo portato una birra, ma alla fine credo di avergli detto "cioè, non so, magari hai una brutta serata, e di solito sei simpaticissimo...ma stasera sei un pò antipatico...". Direi che non ho speranze con lui.
Mi sono divertita tantissimo. Andrew ha detto che un pò si vergogna a portarci fuori tutte e tre assieme...dice che siamo sfrontate, che parliamo troppo di sesso e che facciamo paura ai suoi amici...sempre ridendo eh...
Ho dormito da lui.


DOMENICA: la riassumerei con Tutina&Divano&Chiacchiere. Ho dormito fino alle 2. Io e Andrew abbiamo parlato di lavoro, di musica, di cazzate. Di quando e come e se andrò ad abitare a CittàMeraviglia.
Tornata a casa, mi sono resa conto che avevo ancora mezza valigia da svuotare e sistemare, che praticamente ho dormito nel mio letto 2 notti su 7, e che è stata una settimana che più intensa non si può...ho corso come una matta con la valigia in mano, conosciuto un sacco di gente, riso un sacco.
E' stata una bella settimana.


E oggi diluvia. La giornata perfetta per chiudersi in casa a studiare.


p.s.: 100esimo post!