martedì 19 giugno 2012

troppe emozioni

e neanche una positiva.

brutta da vedere scritto, ma putroppo è così.

é stato un weekend intenso, ma mi ha lasciato l'amaro in bocca.

Venerdì aperitivo dopo lavoro con la Cappuccetta, il suo nuovo Love (che è il fratello di Tia...), la Vero, Andrew, gente varia.

e la Cappuccetta & Love che sono così carini insieme, che si mangiano con gli occhi, e che insieme, per me, sono perfetti. Già li adoro.
Anche se a un certo punto della serata partono con il limone moltesto, e ciao, devo girarmi dall'altra parte.

dovevo stare fuori solo un oretta e alla fine sono rimasta a dormire li. devo ammettere che mi sono fatta convincere perchè ad un certo punto mi sono ritrovata Tia seduto in fianco, e lui ha proposto di andare a mangiare la pizza, e Andrew mi ha detto "fermati". e dovevate vedere la faccia della Vero quando lui è arrivato e io l'ho guardata: se qualcuno ci vedeva, capiva tutto.
e poi Tia me lo sono ritrovato seduto a fianco anche a cena.
e non parla un granchè.
Però alla fine stava giocando con la tovaglietta di carta, e io gli ho detto
"mi fai una barchetta???" 
"ti faccio un cubo."
"..."
non avevo mai visto un cubo di carta.
"mi insegni?"
"si"
"con calma che sono bionda"
ho fatto un cubo.
e poi ciao, lui è andato a casa e anche noi. e prima di dormire le paranoie sul fatto che non voglio innamorarmi mai più. e Andrew che mi tira un ceffone, perchè se Ken è stato un coglione a trattarti così, devi capire che non te lo meriti, che meriti di meglio, e che lo troverai.

Sabato a ballare con Fashion.
dopo cena apro faccialibro per leggere un suo messaggio, e mi ritrovo davanti una foto di Ken abbracciato alla sua nuova morosa, la finta bionda con il culo grosso. ho realizzato che è un pezzo che stanno insieme, minimo dal natale scorso. mi è venuto da vomitare.
io sono qui che mi tiro le paranoie, e lui, che era quello che sto meglio da solo, è da un pezzo che stà con un altra.
Mi sono ripresa solo un attimo a ballare, ho mezzo rimorchiato un cubista etero...anzi, la verità è che me lo ha rimorchiato Fashion con la classica frase Ciao! tu sei etero vero? Perchè la mia amica bellissima ha una gran voglia di cazzo. Solo che però questo pretendeva che gli saltassi addosso io, e io queste cose non le faccio, non ci riesco: o provi a limonarmi tu, o scordatelo che lo faccia io.
a fine serata lo abbiamo visto limonarsi una cessa fotonica.
ma la mia autostima è stata sollevata da una pr lesbica, che è venuta a chiedermi da che parte stavo, e mi ha detto "peccato, dovrò dare la brutta notizia a un paio di mie amiche"

Sono tornata alle 5.
Domenica mattina alle 10 ero perfetta in chiesa ad un battesimo: tacco 12, gonna a tubino fiorita a vita alta, camicetta legata al collo, bolerino nero e capelli raccolti. E il rossetto rosso, per distrarre l'attenzione dalle occhiaie.
Il pranzo del battesimo si fa domenica prossima.

A casa litigata alle lacrime con mia mamma, che è convinta che non voglia laurearmi, e che sono la delusione della sua vita.
Ho pianto tantissimo.
Poi ho preso il mio borsone, c'ho buttato dentro quattro vestiti, e sono salita in macchina con i miei.

Direzione PaeseDeiPontili.

pranzo in chioschetto, che mi ha costretto ad ascoltare Karma Police, e ha lottare con le lacrime: quella canzone mi devasta.
ho passato la giornata in spiaggia, a cercare di non bruciarmi e a cercare di non pensare troppo. ma nonostante solo 4 ore di sonno, avevo la testa piena di pensieri veramente poco carini.
e Jack che mi scrive per vederci in settimana per un aperitivo.
Perchè ci prova sempre la persona sbagliata?

la sera, per fare pace, mamma mi ha accompagnato a comprare un costume che volevo da anni: nella gioia del momento, non mi sono resa conto che per arrivare al negozio, sarei dovuta passare per ben 2 volte davanti al ristorante di Wow. La prima volta l'ho visto, era fuori, ma stava lavorando e per fortuna non mi ha visto. Tuffo al cuore, però.
Ho comprato il costume grigio, perchè nero non ce l'avevano.
La seconda volta non l'ho visto, ma non so se è stato un bene oppure no.

Lunedì l'ho passato in solitaria, e a dormire in spiaggia, che la sabbia e il rumore del mare mi confortano.

Ma io non voglio essere così: non voglio piangere per ex che si rifanno una vita dopo 2 giorni, per coglioni che non si degnano di dirmi che non mi vogliono più vedere, perchè quelli che mi piacciono non mi cagano e perchè non ho il coraggio di dire chiaramente "guarda non te la prendere, non mi piaci"...e non riesco a farlo perchè so cosa si prova a sentirselo dire.

Ah, sono una tragedia.


20 commenti:

  1. Oh Pam :( Ti capisco in pieno e tu lo sai. Hai riassunto tutto quello che sto provando in questi giorni (e che provo e penso da almeno 2/3 della mia vita). Cambiare purtroppo non si può e non credo che siamo poi così sbagliata, bisogna solo indurirsi un pelo, l'età aiuta, poco, ma aiuta, te lo prometto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quello che mi sconvolge, è che una volta io non ero così.
      Ero quella che diceva che l'amore non la ferisce, e che da sola sta più che bene.
      Adesso sono ferita, e però cmq vorrei qualcuno. Ma allo stesso tempo che non si avvicinasse troppo.
      Forse è solo troppo tempo che non ho il controllo in una storia...forse vorrei solo qualcuno che si innamorasse di me alla follia.
      Perchè adesso non ci credo più, e io ci ho sempre creduto.

      Elimina
    2. Guarda, se trovo una spiegazione ed una soluzione a questo genere di stato, te lo dico, se capita prima a te, ti prego condividi, che magari riesco ad uscirne pure io

      Elimina
  2. vedo che le giornate tranquille non fanno parte della tua vita!be ti assicuro che i momenti cosi sono quelli che poi ti daranno troppe soddisfazioni a lungo andare,ripensera a questi simpatici omini senza palle e capirai che era tutta e solo una sega mentale infinita,finchè non arriva uno con i contro cazzi ,baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. veramente spero di non pensare mai più a loro...

      Elimina
  3. Bionda, sono certa che passerà ... purtroppo a te è richiesta più pazienza di altri, ad ogni modo forse è solo un momento di stallo "noioso" ...
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è quello che mi ripeto tutti i giorni: passerà.
      ma quando cacchio passa???
      che pazienza e noia, sono 2 cose che non mi piacciono proprio oltretutto.

      Elimina
  4. Noi ci facciamo sempre tanti problemi per non ferire gli altri mentre questi se ne sbattono dei sentimenti altrui... Io non so come facciano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cmq, preferisco essere una persona che si fa problemi a ferire gli altri, piuttosto che essere dell'altra specie...mi ritengo un attimo più evoluta.

      Elimina
  5. Preferirei essermi sentito dire di non piacere piuttosto che essere portato in canzone. L'onesta è la migliore cosa e se non applichi questo principio a te stessa non puoi pretendere che nessun altro si comporti bene con te.
    Non avere fretta comunque, dalle tue parole leggo che hai una gran voglia d'amore, ma quello arriva sempre quando meno ce l'aspettiamo. Sii te stessa, non farti paranoie e non avere fretta: verrà il tuo momento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quindi dovrei tipo prenderlo da parte e dirgli: guarda, non te la prendere, ma fisicamente proprio non mi piaci, e pure tutte le mie amiche mi hanno vietato di uscire con te.
      il fatto è che inconsciamente, mi sento una stupida anche io a pensare una cosa del genere, che magari è davvero l'uomo della mia vita, e io sto facendo la bionda cretina che vuole uscire solo con i belli.
      intanto sto scegliendo una linea neutra: non sto facendo niente.

      Elimina
  6. Mi ricordi me qualche anno fa... Anch'io avevo un blog ed era abbastanza simile al tuo devo dire... Anch'io avevo i momenti sì, i week-end strepitosi, le conoscenze esaltanti e poi le settimane in down a pensare al'ex storia o all'ex flirt a domandarmi "che sto facendo della mia vita?"... Ma uno shopping "giusto" risollevava il morale sempre :-))) Poi ho incontrato una persona e il "su e giù" è finito, ho trovato amore e serenità e non tornerei indietro neanche morta. Più che altro ho capito che ormai per quel tipo di vita ero fuori tempo massimo, insomma "avevo già dato" e che avevo bisogno di altro. Che dopo un pò tutta sta girandola di locali, gente che va e viene e movida snoia, si cresce e serve altro per essere felici. Capiterà di certo anche a te e allora guardandoti indietro capirai di quante paranoie inutili ti sei fatta in passato e di quanto valore hai dato a gente che non meritava nulla... Baci, Carla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piacerebbe molto leggerlo quel blog...il fatto è che anche io credevo di aver già dato con questa vita, credevo di essermi "sistemata"...peccato aver sbagliato persona. ma ora cosa faccio?? stare a casa a fare la maglia non è da me...

      Elimina
    2. E' un blog fermo da almeno 3 anni l'ho tenuto fra il 2006 e il 2010 più o meno... Ma comunque serena che non è che resterai a fare la maglia a casa, figurati, solo non farai più questo tipo di serate o almeno non con la stessa frequenza. Io quello che ho capito a distanza di qualche anno è soprattutto che vivevo in mezzo a false amicizie, gente che frequentavo, con cui mi divertivo ma non vere amcizie, tanto che ora quelle vere sono contatissime. Non sopporto più di avere queste conoscenze alla "Ciaoooo, doppio bacio, che bel vestito, che belle scarpe, stasera dove vai?" Vade retro!!!!!!!!!!!!!!!!Carla

      Elimina
  7. Dichiarare apertamente ad un ragazzo che non ti piace non è a mio avviso necessario. Certo se uno si espone, sbilanciandosi tantissimo, per avere una risposta gli si deve rispondere, anche a costo di sembrare "crudele", tanto un possibile niet lo avrà messo in preventivo.
    Diverso è il caso in cui arrivino segnali chiari ma meno diretti. Declinare indirettamente non mi pare scorretto, né irrispettoso o altro, quando una persona è assennata ci arriva anche da sola alla conclusione, e quella che tu vivi come carenza di onestà è invece eccesso di sensibilità, fosse anche perché ti manca il coraggio di farlo. Un ragazzo intelligente preferisce essere scaricato "di sponda", uno ottuso prosegue imperterrito finché non gli si sbatte una porta in faccia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, quindi mi sono comportata più che bene.
      Ho anche minacciato di morte un paio di ragazzi, che avevano mezza intenzione di prenderlo per il culo.

      Elimina
  8. purtroppo le ferite del cuore fanno sempre un po' come gli pare, a volte ci vuole poco e a volte ci si mette un po' di più. Bisogna avere pazienza, prima o poi sarai di nuovo sulla cresta dell'onda e ti verrà da chiederti come hai fatto ad arrivare lì ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che mi sorprende è che sto molto peggio ora che 10 mesi fa, quando è successo tutto!!!

      Elimina
  9. Punto 1: ritieniti fortunata perché puoi andare al mare.
    Punto 2: ma ce la fai a far qualcosa con Andrew? ECHECCAZZO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1: e questo weekend ci sono andata e ho visto il mare dal terrazzo perchè sto prendendo l'antibiotico.
      2: che cazzo ci dovrei fare con Andrew, eh?

      Elimina